18 luglio, 2018

Fiba: la nuova Basketball Champions League ed Europe Cup

Fiba: la nuova Basketball Champions League ed Europe Cup

Come riportato da “Spicchi d’Arancia”, la nuova Basketball Champions League, torneo organizzato dalla Fiba, sarà composta da 56 squadre che arrivano da 28 nazioni (al momento ci sono 56 preiscrizioni: 12 dalla Turchia e 7 dall’Italia in rappresentanza di 19 nazioni). L’Italia potrà usufruire di due accessi diretti tra le 24 ammesse alla Regular Season come le altre 11 leghe per le squadre che occupano un rancking Fiba nelle prime due posizioni (Escluse VTB e Adriatic League che hanno stretto accordo con l’ECA) e uno ai preliminari. Ancora niente di fatto per la Germania, dove si aspetta l’ufficializzazione.
ITALIA – Reggio Emilia; Avellino o Venezia (Milano in Eurolega)
BELGIO – Campione e finalista
FRANCIA – Campione e finalista
REPUBBLICA CECA – Nymburk e Decin (finaliste)
GRECIA – PAOK Salonicco e Aris Salonicco (Olympiacos e Panathinaikos in Eurolega, AEK Atene in
Eurocup).
GERMANIA – Quarta e quinta classificata. (Vincitrice in Eurolega, seconda e terza in Eurocup)
ISRAELE – Migliori due classificate (Maccabi Tel Aviv in Eurolega, Hapoel Gerusalemme in Eurocup)
LETTONIA – Valmiera, vincente Ventspils-VEF Riga
LITUANIA – Juventus Utenos, Neptunas Klaipeda (Zalgiris Kaunas in Eurolega, Lietuvos Rytas Vilnius in
Eurocup)
POLONIA – Migliori due classificate (Stelmet Zielona Gora in Eurocup)
SPAGNA – Migliori due classificate (Barcellona, Real Madrid e Vitoria in Eurolega; 4 posti in Eurocup)
TURCHIA – Migliori due classificate (Anadolu Efes Istanbul, Fenerbahce Istanbul, Darussafaka Istanbul e
Galatasaray in Eurolega).


A queste 24 squadre se ne aggiungeranno altre 8 provenienti dalle qualificazioni (28 accessi già decisi, 4
wild-card per le quali concorre Varese come seconda della FIBA Europe Cup 2015-16):
BELGIO – Terza classificata
REPUBBLICA CECA -Prostejov (terza classificata)
FRANCIA – Terza classificata
GERMANIA – Sesta classificata
GRECIA – Nea Kifisia (sesta classificata)
ISRAELE – Terza miglior classificata.
ITALIA – Avellino o Venezia
LETTONIA – Perdente Ventspils-Vef Riga
LITUANIA – Vytautas Prienu (quinta classificata)
POLONIA – Terza miglior classificata
SPAGNA – Terza miglior classificata
TURCHIA – Terza miglior classificata
BIELORUSSIA – Tsmoki Minsk (campione)
BOSNIA – Igokea Alexsandrovac (campione)
BULGARIA – Campione
CROAZIA – Campione (salvo Wild-Card per Eurocup riservate a 3 squadre dell’Adriatic League)
MONTENEGRO – Campione (salvo Wild-Card per Eurocup riservate a 3 squadre dell’Adriatic League)
SERBIA – Campione (Stella Rossa Belgrado in Eurolega, salvo Wild-Card per Eurocup riservate a 3
squadre dell’Adriatic League)
DANIMARCA – Horsens (campione)
ESTONIA – Campione
FINLANDIA – Kouvot Kouvola (campione)
UNGHERIA – Campione
OLANDA – Campione
PORTOGALLO – Campione
ROMANIA – Campione
MACEDONIA – Campione
UCRAINA – Khimik Yuzhny (campione)
GRAN BRETAGNIA – Sheffield Sharks (campione).


La formula prevede due turni preliminari con gare di andata e ritorno (27 e 29 settembre; 4 e 6 ottobre) per qualificare le ultime 8 partecipanti alla regular season a 32 squadre, ciascuna delle quali riceverà un bonus di ingresso da 100mila euro; le eliminate dei turni preliminari accedono di diritto alla FIBA Europe Cup. Le 32 qualificate saranno divise in 4 gironi da 8 con 14 gare di regular season (il mercoledì o il giovedì) dal 20 ottobre al 26 gennaio. Le prime 4 di ogni girone accederanno ai playoff (quinta e sesta invece rientrano in FIBA Europe Cup) con ottavi e quarti di finale al meglio di 3 partite e Final Four per il titolo dal 28 al 30 aprile; previsti bonus di risultato per i passaggi di turno con 500mila euro di premio per la vincente (quest’anno Francoforte, vincitrice della FIBA Europe Cup, ne ha incassati 250mila).


Primi dettagli operativi anche per la nuova versione della FIBA Europe Cup, pur in attesa delle date ufficiali e soprattutto della premialità per le partecipanti. La seconda coppa organizzata dalla FIBA coinvolgerà in partenza 48 partecipanti: le 24 eliminate dai due turni preliminari della Champions League, più altre 24 la cui provenienza è ancora da stabilire nel dettaglio (Italia e Francia dovrebbero avere due posti con Cremona e Pistoia qualificate sul campo dalla nostra serie A; dovrebbe esserci un posto per i campioni di Austria, Slovenia, Cipro, Svezia, Slovacchia, Svizzera non coinvolte nelle qualificazioni della Champions League). La regular season, dal 20 ottobre al 25 novembre, prevede 12 gironi da 4 squadre con 6 partite garantite; le prime due di ogni girone accederanno alla seconda fase a 24 squadre con 6 gironi da 4 che promuoveranno agli ottavi di finale le prime classificate e le due migliori seconde. Nel tabellone playoff, al via da marzo, entreranno anche le quinte e le seste classificate dei 4 gironi della della regular season della Champions League: previsti ottavi e quarti di finale al meglio di tre partite e Final Four in data da stabilire.

About The Author

Related posts