21 Aprile, 2019

Fip: stop alle scommesse sulle partite dei minorenni

Fip: stop alle scommesse sulle partite dei minorenni

Il presidente della Federazione Italiana Pallacanestro Giovanni Petrucci ha espresso la propria soddisfazione in merito alla notizia riportata oggi dalla Gazzetta, in relazione al blocco del flusso di denaro che arriva dalle scommesse sportive dedicate agli eventi che coinvolgono i minori.

Il presidente Petrucci ha voluto ringraziare Giancarlo Giorgetti, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri con delega allo sport, per la sensibilità dimostrata rispetto a un tema così delicato per lo sport italiano.

Il testo della notizia pubblicata sul sito della Gazzetta dello Sport

Con l’approvazione definitiva della Camera, l’Italia è in prima fila per questo annoso problema anche se c’è tanto da lavorare per frenare i flussi finanziari tra gli operatori di scommesse illegali e i consumatori. Ma sarebbe già tanto frenare o stoppare gli avvenimenti che sono ad alto rischio, come è accaduto nei mesi scorso per le gare di basket dei campionati giovanili, un’anomalia pericolosa con flussi di gioco importanti che ha costretto il presidente Fip Gianni Petrucci a chiedere l’intervento tempestivo del Governo.

Freno

Il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, ha concluso il dibattito alla Camera con la consapevolezza di chi vuol dare un freno al gioco pericoloso. “Siamo fieri di approvare definitivamente la convenzione di Magglingen: il voto dell’Italia è decisivo per l’entrata in vigore in Europa delle misure di contrasto alle scommesse e al gioco illegali, in tutte le sue forme. L’introduzione della confisca di tutti i beni che costituiscono il prodotto, il profitto o il prezzo del reato è una misura fondamentale per dare finalmente un segnale concreto per sconfiggere le frodi e le scommesse sportive illecite”, le sue parole.

Il ddl di ratifica introduce i reati in materia di frode in competizioni sportive, esercizio abusivo di gioco o di scommessa e giochi d’azzardo esercitati a mezzo di apparecchi vietati. Si introduce la responsabilità amministrativa delle persone giuridiche per reati di frode in competizioni sportive e di esercizio abusivo di giochi e scommesse modulando le relative condanne a seconda che siano relative a delitti o di contravvenzioni. E ancora, si prevede la confisca penale, anche per equivalente, dei beni che costituiscono il prodotto, il profitto o il prezzo di delitti di frode in competizioni sportive o di esercizio abusivo di attività di gioco o di scommessa.

L’Agenzia delle dogane e dei monopoli viene indicata come l’autorità responsabile per la regolamentazione delle scommesse sportive: ciò significa che è Ente accertatore per contrastare il betting illegale e per limitare l’offerta su alcune competizioni, quindi per bloccare l’autorizzazione delle scommesse sui campionati disputati da minorenni.


Fonte: Ufficio Stampa Fip (www.fip.it)

About The Author

Related posts