17 Febbraio, 2019

Giovanni Petrucci, vogliamo che resti Messina come CT

Giovanni Petrucci, vogliamo che resti Messina come CT
Photo Credit To Ciamillo/www.fip.it

Intervista ieri della “Gazzetta dello Sport” al presidente Giovanni Petrucci, a cura di Mario Canfora, sul numero di domenica 17 luglio 2016, ve ne riportiamo alcuni estratti che fanno riferimento anche a Ettore Messina, CT della Nazionale.
Ad una settimana dall’esclusione dai Giochi Olimpici di Rio, con una delusione non ancora del tutto smaltita, il presidente Petrucci non si nega al confronto e parla del risultato negativo del Preolimpico di Torino come “la spinta per il riscatto” per la Nazionale e per tutto il movimento.
L’Italia, come è noto, è stata eliminata dalla Croazia dopo un tempo supplementare: “Lo sport è questo, un tiro che non entra, un palo, un canestro non fatto, ma io sono a posto con la coscienza e bisogna ammettere che la Croazia è stata più brava (…) Se ho sbagliato qualcosa? Mah, il mondo del basket chiedeva di giocare il preolimpico in casa e così è stato anche grazie all’intervento di Coni e Governo che si sono prodigati, l’organizzazione a Torino è stata ok, l’audience televisiva di Sky super, il pubblico strepitoso (…) qualcosa sarà stata sbagliata, ma me lo dicano gli altri in cosa abbiamo fallito, sono pronto a convocare anche una sorta di mini Stati Generali. Di sicuro, ogni risultato negativo deve essere la spinta per il riscatto: se c’è uno che non si scoraggia mai, questo sono io“.
Riscatto che passa anche dalla conferma di Ettore Messina come Commissario Tecnico della Nazionale: “Tutto il Consiglio federale vuole che resti (…) È chiaro che ha un contratto con San Antonio e con loro dovrà confrontarsi. Anche lui è pronto per la rivincita, attendiamo una sua risposta fino a febbraio, la volontà di fare almeno il prossimo Europeo c’è. Anche tutti i giocatori vogliono che resti.”
L’intervista è anche l’occasione per fare il punto sulla pallacanestro italiana, dai problemi più seri ed immediati ai rapporti con la Lega di Serie A che sono tornati buoni (“l’assenza di impianti sportivi, ma è un tema che è a cuore anche alla nuova Lega: il presidente Bianchi è partito col piede giusto, è una persona serena, ci ha detto che la Lega ha fatto un progetto serio e ce lo sottoporrà (…) ma di certo per i playoff è matura la regola dei palasport con almeno 5000 posti“), al commissariamento del Comitato Italiano Arbitri dopo le dimissioni di Enrico Prandi (“è stato un gesto che abbiamo apprezzato. Il commissario ora è Stefano Tedeschi, il presidente del Comitato Regionale Emilia-Romagna, che conosce bene il settore arbitrale. Ma non sarà un commissariamento lungo“). All’orizzonte l’incontro con Kobe Bryant al Clinic Nike per il prossimo fine settimana a Milano. Un’eccezionale opportunità per una nuova promozione della pallacanestro italiana: “Farò il possibile per incontrarlo (…) E’ in ottimi rapporti con Messina, ha promesso un aiuto, vedremo“.

Fonte: Gazzetta dello Sport – Ufficio Stampa Fip

About The Author

Related posts