21 novembre, 2018

Casale batte la Fortitudo e si porta sull’1-0

Casale batte la Fortitudo e si porta sull’1-0
Photo Credit To Fabio Pozzati / Fortitudo Pallacanestro Bologna

Casale sfrutta il fattore campo e un nervosismo immotivato in casa bolognese e porta a casa l’importantissimo primo atto della serie; la solita Fortitudo, che va sotto, che resiste, con il talento va avanti, e poi caccia via tutto non si sa neanche per quale motivo. Niente è perduto ovviamente, ma cominciare con il piede giusto, visto il finale di partita sarebbe stato fondamentale… ed invece la solita pazzia che pervade questa squadra ha avuto ancora una volta il sopravvento.

Formazioni che si presentano con lo stesso ruolino di marcia, 6-1; Casale ha chiuso prima nel girone ovest, per Bologna prima sfida di post season con il fattore campo sfavorevole. Si affrontano oltretutto le migliori difese della A2; Casale squadra molto giovane, con un solo elemento sopra i 30 anni, contro una Fortitudo che ha il suo asse cardine formato da ultra trentenni. Amici rileva McCamey, quintetto classico per Pozzecco, mentre Ramondino parte con Marcius dalla panchina.

Casale parte in modo piuttosto determinato e aggressivo, cercando di forzare il ritmo offensivo: ne escono un paio di recuperi e vantaggio 9-3 casalingo con due ganci Olajuwon’s style di Martinoni. La Fortitudo non ha fretta, Rosselli prima, Mancinelli (con due recuperi) poi, portano addirittura al primo vantaggio ospite. Casale butta nella mischia il suo unico trentenne, Blizzard, che si presente subito con il suo marchio di fabbrica, il tiro pesante; punteggio ritoccato sul 19-13 con altri due canestri di Martinoni, già a quota 8. La F si affida al talento dei singoli, mentre Casale muove bene la palla in attacco e trova spesso l’uomo libero nel pitturato: la zona di Ramondino crea non pochi problemi all’attacco biancoblu, di là i 5 punti di Denegri valgono il +8 al primo intervallo.

Casale continua a macinare il proprio gioco, mentre per Bologna il solo Mancinelli riesce a tenere aggrappati i suoi alla partita: il vantaggio casalingo si assesta sulla doppia cifra, con la Fortitudo che è parecchio macchinosa nella metà campo offensiva. Il quintetto basso scelto da Pozzecco al momento non paga e Marcius sotto le plance banchetta con la difesa biancoblu (8 punti in 6 min); Mancinelli deve rifiatare, Italiano ci mette la solita garra mentre Fultz sceglie un buon momento per sbloccarsi e i suoi 5 punti valgono il -4 sul tabellone. Tutto da rifare per Casale che sembra aver un po’ accusato il colpo e sente Bologna con il fiato sul collo: provvidenziale per i piemontesi il momento top di Tomassini che con tre bombe riporta i padroni di casa in doppia cifra di vantaggio. Cinciarini dalla lunetta fa segnare 50-42 all’intervallo.

Esce meglio dagli spogliatoi Bologna recuperando due palloni in altrettanti possessi difensivi, che gli valgono un mini parziale di 4-0, subito rintuzzato dal tiro pesante di Severini, baciato dagli dei del basket. Ma ogni volta che la Fortitudo si fa sotto, gli uomini di Ramondino trovano il modo di recuperare subito il gap. Diventa fondamentale giocare anche di esperienza e la Fortitudo ne ha da vendere, Mancinelli e Rosselli su tutti: Bologna torna in parità a quota 59 con il 23esimo punto del capitano biancoblu. L’inerzia è tutta da parte ospite con la Fortitudo che ha cominciato a difendere per davvero facendo pesare, sempre più, la gioventù di Casale. Un indemoniato Mancinelli di Lebroniana memoria (27 punti) guida un parziale che recita 26-9 Bologna nel terzo quarto, vantaggio che lievita a +9 ospite. Si va all’ultimo mini riposo 64-72.

Casale butta sul parquet le ultime energie per provare a rimettere in piedi la partita riavvicinandosi fino al -3 con Sanders e la terza bomba della serata di Denegri. Ma è un fuoco di paglia, il talento di Rosselli e Mancinelli portano nuovamente a 7 le lunghezze tra le due squadre. I padroni di casa provano a velocizzare le conclusioni in attacco: Sanders rimane falloso dall’arco, non vuole arrendersi invece Tomassini che continua ad attaccare l’area. Bologna si disunisce un attimo, perde due palloni in attacco e Casale si rifà sotto a -1. Mancinelli arriva a quota 31 con il suo classico gioco spalle a canestro, risponde nuovamente Tomassini, che costringe un nervoso Pozzecco a chiamare time out. L’attrito sulla panchina biancoblu è palpabile e ne risente anche il gioco sul parquet: Sanders porta avanti i suoi dopo una vita, Casale spreca due volte il colpo del ko e Cinciarini dalla lunga distanza riporta in vantaggio Bologna. Sanders sbaglia, Rosselli affretta il tiro, Tomassini chiude in bellezza la sua incredibile partita segnando la bomba della vittoria. La preghiera di Mancinelli non viene ascoltata, 1-0 Casale.

Novipiù Casale Monferrato-Consultinvest Fortitudo Bologna 85-83
Parziali: 1/4 28-20 (28-20) – 2/4 22-22 (50-42) – 3/4 14-30 (64-72) – 4/4 21-11
Novipiù Casale Monferrato: Martinoni 8, Tomassini 18, Sanders 16, Blizzard 8, Valentini, Severini 10, Ielmini n.e., Marcius 10, Denegri 11, Bellan 4, Banchero n.e., Cattapan 4. All. Ramondino.
Consultinvest Fortitudo Bologna: Cinciarini 19, Chillo 2, Okereafor 7, Rosselli 11, Pini 2, Gandini 4, Fultz 7, Murabito n.e., Italiano, Montanari n.e., Mancinelli 31, Amici. All. Pozzecco.

Luca Testoni

About The Author

Related posts