11 dicembre, 2017

Fortitudo, 10 minuti folli e la vittoria va a Ravenna

Fortitudo, 10 minuti folli e la vittoria va a Ravenna
Photo Credit To Fabio Pozzati / Fortitudo Pallacanestro Bologna

Dover commentare una sconfitta dopo essere stati in vantaggio per 39 minuti, toccando un picco di 26 punti a metà terzo quarto e cominciando l’ultima frazione di gioco a +18, ha veramente dell’incredibile. Per dieci lunghissimi minuti si è rivista la Fortitudo della passata stagione, quella che non riusciva a chiudere le partite, quella distratta e poco cinica, soprattutto nei momenti chiave del match. I problemi evidenziati nelle precedenti partite, sono esplosi come una mina nell’ultimo quarto di gioco; questa volta non si è riusciti a mette una pezza ad una reazione feroce di Ravenna, fin a quel momento arrivata a Bologna in vacanza, capace però di segnare in un solo periodo tanto quanto segnato nel resto della gara. Rimane l’amarezza di aver buttato all’ortiche due punti che erano già in cassaforte, evidenziando preoccupanti falle mentali e fisiche, e cosa ancor più grave il non essere riusciti a reagire.

Si comincia in modo un po’ blando da entrambe le parti a dimostrazione del fatto che i due allenatori si conoscono molto bene. Giacchetti è il primo a muovere il tabellino ma da lì in avanti è un monologo Fortitudo con un 11-0 di parziale targato McCamey e Legion. La difesa si chiude bene, come spesso accade in questo periodo, e Ravenna fatica a trovare un gioco fluido in attacco (6 perse) e il fondo della retina diventa un miraggio. Boniciolli comincia con la girandola di cambi e dopo 7 minuti ne ha già messi in campo 10 diversi.

Cinciarini è il più in palla dei suoi e con un paio di penetrazioni porta il vantaggio a 11 lunghezze, accorciato poi a 9 con un piazzato di Rice che chiude il quarto. Con le “riserve” in campo da ambo le parti, ne perde un po’ lo spettacolo e fioccano canestri sbagliati e palle perse. Rientrano le primi linee e due sgroppate di McCamey portano Bologna sul +15; Ravenna, che si presentava al Pala Azzarita con il 42% da tre, lascia partire dei missili terra-aria che impensieriscono più la prima fila che i ragazzi di Boniciolli. Sgorbati toglie le ragnatele al canestro al minuto 4’42’’, ma i suoi piombano a -19 con due panieri filati di Legion. Senza far troppa fatica, si va all’intervallo con un confortante +18.

Alla ripresa delle ostilità la musica non cambia: Cinciarini continua a macinare gioco e il vantaggio raggiunge le 20 lunghezze. Martino le prova tutte, mette in scena una zona-press a tutto campo, che diventa una 3-2 a difesa schierata, ma Legion la buca per tre volte di fila andando anche lui in doppia cifra. I ritmi si abbassano, lo svantaggio si fa pesante per Ravenna che arriva fino al -26; la tensione cala e la partita perde di interesse, rimane da ammirare solo lo spettacolo messo in scena dal favoloso pubblico che intona un coro a 4 mila voci. Una minima reazione di Ravenna a fine quarto sembra nulla, se non che è l’inizio della fine per i padroni di casa.

Martino ne ha abbastanza e butta in campo due ragazzini, Vitale ed Esposito, che danno una rinnovata verve alla squadra, grazie ad una voglia non messa in campo dai titolari. In un amen Ravenna si fa sotto, torna prima a -13 con due penetrazioni di Vitale, poi addirittura a -9 con i canestri di Rice e Grant. Bologna stavolta non reagisce e dalla panchina non arrivano cambi; Rice continua a martellare e la difesa si sgretola. Arriva anche il tiro pesante tanto agognato, sia con Raschi che con lo stesso Rice, e Ravenna è a -6, con un 14-2 di parziale quarto. Boniciolli continua a non cambiare e gli ospiti si avvicinano a -2 a due minuti dal termine. Torna McCamey ma è tardi; l’inerzia è tutta dalla parte di Ravenna che prima pareggia, poi mette la testa avanti con un 2/2 di Rice dalla linea della carità. Viene scongelato anche Mancinelli ma che non sia la sua giornata lo si capisce da un libero che a stento tocca il ferro. Bologna è sulle ginocchia, Ravenna non sbaglia più neanche dai liberi e porta a casa un match da raccontare ai nipoti.

Consultinvest Fortitudo Bologna-OraSì Ravenna 70-76
Parziali: 20-11; 37-19; 57-39; 70-76
Consultinvest Fortitudo Bologna: Gandini 3; McCamey 18; Cinciarini 18; Legion 14; Mancinelli 1; Amici 7; Pini 2; Fultz 3; Italiano; Bryan 4. All. Boniciolli.
OraSì Ravenna: Grant 19; Vitale 4; Rice 31; Raschi 8; Chiumenti 4; Giacchetti 5; Esposito; Sgorbati 3; Masciadri; Montano 2. All. Martino.

Luca Testoni

About The Author

Related posts