24 ottobre, 2017

Fortitudo, 50 mila euro dall’Associazione

Fortitudo, 50 mila euro dall’Associazione

Un pericolo scampato, e 50 mila euro incassati. E’ stata positiva la giornata della Fortitudo.

L’INCASSO: La cifra che entra nelle casse societarie è quella donata dall’associazione “Per amore solo per amore”, costituita nel 2010, per fronteggiatre le difficoltà di Sacrati. Sono gran parte del residuo della raccolta dell’epoca fra i tifosi. “Devo ringraziare chi mise le mani in tasca per tirare fuori quei soldi – ha detto il presidente dell’associazione, Federico Dettori (nella foto accanto a Dante Anconetani) –, 296.426 euro. Eppure quella raccolta, unica in Italia, fu fonte di dissidi. Chiedemmo chi voleva indietro i soldi, ne sono rimasti 65 mila, e ora c’erano le condizioni per usarli, con una continuità societaria e un popolo ricompattato, dedicandoli alla gestione della squadra“. I restanti 15 mila “rimangono in cassa, potrebbero essere utili come punto di ripartenza e non di conclusione. C’è lo spazio per dialogare“. Intendendo l’associazione come motore di una possibile convergenza di tifosi e soggetti interessati a entrare nella gestione societaria. “Ringrazio per il gesto – risponde il presidente Anconetaniè un extra budget che ci fa comodo“.

SOLO MULTA: Come anticipato, la società biancoblù si è vista sì squalificare il campo per un turno dopo i fatti di Cento ma pagando una multa (d’ufficio la cifra è di 1.500 euro, ma il dazio potrebbe essere inferiore), operazione possibile grazie al fatto che non scatti la recidiva (il precedente, sempre nel derby, era comunque riferito alla passata stagione) ha salvato la possibilità di giocare a Piazza Azzarita il delicato scontro contro la capolista Udine il 9 novembre. Così come sarà al PalaDozza la sfida di domenica contro Lecco. “Tenere fuori i violenti? Non abbiamo la forza per farlo, tocca alle autorità” dice Anconetani.

LAMMA E SORRENTINO: Difficile vedere in campo gli acciaccati. Dei due, il primo è quello più avanti sulla via del recupero, e potrebbe essere portato a referto, in caso d’emergenza. Ma l’idea principale è quella di non affrettare i tempi, ed evitare di rischiare la loro assenza contro Udine.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright BasketCity

Related posts