20 ottobre, 2018

Fortitudo, attenta all’attacco di Orzinuovi

Fortitudo, attenta all’attacco di Orzinuovi

Sarà una sfida bella e impegnativa, quella di domenica ad Orzinuovi. La Fortitudo giocherà contro la capolista e, in caso di vittoria, la raggiungerà in vetta al girone e sarà automaticamente prima per via della vittoria nello scontro diretto. Servirà però una prova di grandissimo spessore, sia dal punto di vista tecnico che dal punto di vista della mentale, per fermare gli avversari.

IL CAMPIONATO DI ORZINUOVI. La “Gagà Milano Orzibasket” ha giocato una partita in meno della Fortitudo e ha perso solamente una volta, alla quarta giornata, contro Bergamo. Da quel momento in poi sono arrivate cinque vittorie consecutive. C’è da sottolineare, però, che nessun successo ha avuto un margine ampio come il +37 di domenica scorsa contro Arzignano: le partite sono state vinte quasi sempre con uno scarto inferiore ai 10 punti. In più, i bresciani non hanno ancora affrontato Fortitudo, Udine e Pordenone, squadre di vertice fino a questo momento.

I NUMERI DI SQUADRA. Orzinuovi fa dell’attacco il suo punto di forza ed è la migliore del campionato, segnando 80.2 punti a partita. La Fortitudo è seconda in questa graduatorie e questo fa quindi supporre che sarà una gara avvincente. Bisognerà fare attenzione a non lasciare tiri facili agli ospiti, che hanno la miglior percentuale di realizzazione del girone da due punti (57%). Per quanto riguarda la gestione della palla, i bresciani sono una delle tre squadre che perde meno palloni (12.9), ma anche l’ultima per recuperi (5.2 contro i 7.1 della Fortitudo). Tanta difesa e aggressività in avanti, ecco le chiavi per tornare vittoriosi dalla trasferta.

I NUMERI DEI SINGOLI. Bisognerà fare assoluta attenzione a Roquena che, sotto le plance, sarà un osso duro: cattura infatti 7.9 rimbalzi a partita. È un giocatore anche perimetrale e non disdegna la conclusione da tre punti. La cosa potrà far soffrire Iannilli che, gomito permettendo, dovrà scontrarsi direttamente con lui, anche sfruttando la miglior statistica a rimbalzo (8.1). Il leader della squadra è Simone Ferrarese, un play-guardia che segna 13.2 punti a partita e distruibuisce 3.8 assist: Lamma (10+3.3) e Montano (14+3.1) dovranno essere bravi ad evitare che entri in ritmo e giochi per i compagni. E poi c’è Michele Venturelli, passato di qua la scorsa stagione, che sta viaggiando a 10 punti di media e il 32% da tre.

Giacomo Bianchi

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright BasketCity

Related posts