21 ottobre, 2018

Fortitudo, Fultz tra conciliazione e mercato

Fortitudo, Fultz tra conciliazione e mercato
Photo Credit To Fabio Pozzati / Iguana Press / Fortitudo Pallacanestro Bologna

La situazione di Robert Fultz all’interno della Fortitudo è ancora confusa e da chiarire. Se da parte dei vertici biancoblù il Presidente Christian Pavani pare abbassare i toni sulla vicenda del play ancora fuori squadra per “ragioni disciplinari”, dall’altra parte Matteo Boniciolli pare non avere intenzione di seguire questa strada avendo il ragazzo violato il “codice etico di comportamento” all’interno dello spogliatoio.

Lo spiraglio del perdono

Le parole del Presidente biancoblù pronunciate nei giorni scorsi fanno pensare ad una conciliazione. Secondo quanto riportato dal “Corriere dello Sport-Stadio” la società potrebbe metterci una pietra sopra a patto che il playmaker dimostri “la sua buona volontà”.
Stessa tesi anche per “Il Resto del Carlino”, che vede nelle scuse del ragazzo di Lisbona la soluzione con cui chiudere il discorso a livello societario, ma parla anche di un coach decisamente contrariato a questa soluzione e propenso ad usare il pugno di ferro. A provare di riconciliare la situazione pare stiano lavorando Guido Rosselli e capitan Stefano Mancinelli.

L’ipotesi mercato

Posizione differente quella di “Repubblica” che parla invece di una soluzione che va di pari passo con le opportunità che offre il mercato. Se dovessero concretizzarsi situazioni di mercato di un certo tipo, tra Robert Fultz e la società biancoblù ci potrebbe essere la separazione. Non a caso infatti la Effe ha già sondato il terreno per un ritorno di Michele Ruzzier in biancoblù o l’arrivo di Alessandro Piazza ma oggi queste strade sembrano essere decisamente molto difficili.

About The Author

Related posts