11 dicembre, 2017

Fortitudo, Matteo Boniciolli post match Jesi

Fortitudo, Matteo Boniciolli post match Jesi

Le parole del coach Fortitudo Matteo Boniciolli nella consueta conferenza stampa al termine della partita che ha visto i biancoblù vincere in trasferta all’UBI BPA Sport Center contro la Betulline Jesi per 87-100.
Abbiamo giocato una partita discreta, molto più offensiva che difensiva, Flowers l’ha aperta, Candi l’ha chiusa, e i due veterani Carraretto e Amoroso l’hanno sostenuta. Abbiamo fatto un passo importante ma non decisivo, questo è quanto ho detto ai giocatori nello spogliatoio. Dopo aver vinto a Verona siamo riusciti a perdere in casa a Verona, quindi dobbiamo stare attenti e non vorrei piangere lacrime amare alla fine della stagione. In questo momento il mio unico interesse è entrare nei playoff, chi ci è attorno è molto relativo, ora non guardiamo la classifica, non sottovalutando scioccamente partite sulla carta abbordabili come Recanati e Chieti, ricordando che sulla palla a due siamo zero a zero. Noi siamo capaci di creare e distruggere, conosco i miei polli, li ho messi all’erta su questo. Più passa il tempo più sarebbe triste buttare via quello che abbiamo costruito. Candi? Ne mette 20 in A2 a 19 anni, in trasferta, nella squadra dove è nato: ne ho visti tanti di ragazzi che si sono persi perché aziende di scarpe e tute li osservavano. Al di là dei risultati numerici collettivi, tra le cose positive che nessuno ci toglierà, anche se non entreremo nei playoff, c’è questo. Un ragazzino che in B2 a 17 anni non giocava, ora ne mette 20 in una trasferta decisiva. Sappiamo che dall’anno venturo c’è un nucleo da cui ripartire, comunque andranno le cose”.

Fonte: www.fortitudo103.it

About The Author

Related posts