20 febbraio, 2018

Fortitudo, occhio ai tiratori di Crema

Fortitudo, occhio ai tiratori di Crema

di Giacomo Bianchi

Dopo il successo contro la capolista Orzinuovi una settimana fa, la Fortitudo torna a giocare in casa: di fronte a lei troverà una squadra che probabilmente non avrà gli stessi valori tecnici dell’avversaria di domenica scorsa, ma questo non deve portare all’errore di pensare che sarà una partita facile. Bisognerà dare un’occhiata anche agli altri campi: ci saranno infatti sfide di vertice come Udine-Orzinuovi e Cento-Pordenone.

IL CAMPIONATO DI CREMA. Crema occupa una posizione di metà classifica a quota 10 punti, frutto di cinque vittorie e cinque sconfitte. I lombardi stanno disputando un campionato altalenante: partiti benissimo con tre vittorie nelle prime quattro gare, sono poi incappati in un filotto negativo di tre sconfitte consecutive. Nell’ultimo turno hanno vinto contro Trieste, ma solo una settimana prima erano stati battuti da Bergamo. È irregolare anche il margine di scarto con cui finiscono le partite: si passa al -1 contro Montichiari, al -15 contro Bergamo, al + 24 contro l’Urania Milano, per una squadra che può dunque alternare prestazioni di alto livello a sconfitte inaspettate.

I NUMERI DI SQUADRA. Sarà una sfida ancora una volta tra due squadre superoffensive, rispettivamente tra il secondo ed il terzo miglior attacco del campionato (Bologna 77.5 punti a partita mentre Crema 75.8). Il dato che risalta di più riguarda però il tiro da tre punti: i lombardi sono, assieme alla Fortitudo, la squadra che tira meno da fuori, prendendosi “solo” 20.3 tiri a partita (contro i 19.4 dei biancoblù), ma sono anche quelli che lo fanno meglio, mandando a bersaglio il 41% delle conclusioni. Si tratta quindi di tiri presi con cognizione e ragionati, frutto di un gioco che non è incentrato solamente sulla soluzione da fuori, come succede per alcune squadre: bisognerà dunque fare attenzione e difendere bene sulle situazioni che possono mettere in ritmo i tiratori, ed evitare che questo succeda.

I NUMERI DEI SINGOLI. Anche i numeri dei singoli confermano la statistica precedente, visto che a Crema giocano il secondo, il terzo e il quarto miglior tiratore della lega dai 6,75: Cardellini, Del Sorbo e Ferri tirano infatti con il 47% di media, una cifra piuttosto elevata. Particolare attenzione andrà fatta sotto le plance a Zanella, quarto del campionato per rimbalzi catturati (9.1). Potrebbe essere interessante giocare la partita attaccando con intensità Del Sorbo, che è primo per palle perse (4.9) e per falli fatti (4.2) di tutta la lega: metterlo in difficoltà potrebbe essere una chiave della gara. Lamma e Montano dovranno invece fare attenzione alla difesa di Cardellini, leader della categoria alla voce “palloni rubati” (2.3 a gara). Aggressività e attenzione, ecco le chiavi per uscire vincitori.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright BasketCity

Related posts