18 ottobre, 2017

Fortitudo sconfitta, Treviso riapre la serie

Nel giorno del ritorno dell’ex presidente Giorgio Seragnoli al PalaDozza (vedi video sopra), salutato dall’intero palazzo e dal Presidente Muratori, la Fortitudo si perde per strada e subisce una sconfitta che riapre la serie, ma andiamo alla partita.

Boniciolli sceglie di far partire ancora Davide Raucci nello starting five. A guidare Treviso, nei primi minuti, sono Ancellotti e Fantinelli. Dall’altra, invece, è un fallo e canestro di Cinciarini a portare la Effe sull’11-10. Quando manca poco meno di 1′, al primo mini intervallo, Boniciolli chiama timeout. Lo fa, dopo che Treviso aveva toccato il più quattro. A fil di sirena è un canestro di Montano a rimettere un solo possesso tra le squadre.

Nel secondo quarto, però, la squadra di Pillastrini tocca subito il più sette (17-24). Lo fa, con il solito Ancellotti. E con Saccaggi. Il vantaggio tocca anche la doppia cifra. Nel momento più difficile è una tripla di Campogrande, prima, e un fallo e canestro di Gandini, poi, ad essere importante.

Dopo essere andata al riposo sul 33-43, la Fortitudo rientra sul parquet con tutt’altro atteggiamento. Lo dimostra il 3-0 iniziale, firmato da Ruzzier e Cinciarini. La Effe torna anche a meno quattro, grazie alle giocate di Legion e Candi. A poco meno di 5′, dall’ultimo mini intervallo, Pillastrini chiama timeout. Ma il minuto non serve a svegliare i suoi. Knox prima realizza il meno due, poi stoppa Fantinelli. Treviso, però, è brava a reggere l’urto. E chiude all’ultimo mini intervallo sul 52-58.

Nell’ultimo quarto, Ruzzier trova subito la tripla del meno tre. Ma commette fallo, dall’altra. È il quarto della sua gara. Eppure, quel canestro dà fiducia alla Fortitudo. E, infatti, arriva il sorpasso. Lo firma Cinciarini, con un gioco da tre punti (60-58). Poi, sono due giocate di Candi ad essere preziose. Prima la tripla del più tre, poi il fallo subito che regala un nuovo possesso offensivo. Ma Treviso rientra, anche questa volta. E, addirittura torna a più sette. Lo fa con una tripla di Moretti. A 3′ dalla fine, Ruzzier si becca un fallo tecnico. Il play biancoblù è costretto ad uscire anzi tempo, dopo aver commesso il quinto fallo della sua gara. Sul 65-74, la Fortitudo trova un 6-0 che la riporta ad un solo possesso. Dall’altra, è un tap in di Rinaldi a fare 71-76. Quando mancano 17”, e sul 73-78, Boniciolli chiama un altro timeout. È bravo Montano a guadagnarsi un fallo, su un tiro dall’arco. E poi a fare tre su tre dalla lunetta. Nei giri in lunetta del finale, Moretti e Ancellotti fanno entrambi uno su due. Mentre Candi realizza il primo, ma sbaglia volontariamente il secondo. Alla fine, la spunta Treviso. La squadra di Pillastrini riapre la serie.

Kontatto Fortitudo Bologna-De’ Longhi Treviso 79-81
Parziali: 1/4 17-20 (17-20) – 2/4 16-23 (33-43) – 3/4 19-15 (52-58) – 4/4 27-24 (79-81)
Kontatto Fortitudo Bologna: Mancinelli (10); Candi (11); Knox (14); Legion (8); Raucci (2); Ruzzier (5); Montano (5); Italiano (3); Gandini (5); Cinciarini (13); Costanzelli (n.e.); Campogrande (3). All. Boniciolli.
De’ Longhi Treviso: Perry (16); Malbasa (0); Fantinelli (11); Ancellotti (8); Perl (13); Moretti (14); La Torre (0); Negri (3); Saccaggi (7); Rinaldi (10); Poser (n.e.); Marini (n.e.). All. Pillastrini.
Tiri dal campo
: Bologna 24/50 da due (48%) – 3/19 da tre (16%), Treviso 21/41 da due (50%) – 5/16 da tre (31%).
Tiri liberi: Bologna 22/26 (85%), Treviso 25/38 (66%).
Rimbalzi: Bologna 39 (14 off.), Treviso 42 (14 off.).
Assist: Bologna 12, Treviso 13.
Palle recuperate: Bologna 4, Treviso 1.
Palle perse: Bologna 7, Treviso 12.
Falli subiti: Bologna 25, Treviso 31.
Arbitri: Ursi, Brindisi, Gagliardi.

Per gentile concessione di Andrea Bonomo e www.1000cuorirossoblu.it

About The Author

Related posts