21 ottobre, 2018

Fortitudo, serie chiusa 3-0 e vola in semifinale

Fortitudo, serie chiusa 3-0 e vola in semifinale
Photo Credit To Roberto Serra / Iguana Press / Fortitudo Pallacanestro

La Fortitudo vince con Agrigento portando la serie sul 3-0 e volando in semifinale dopo una partita sofferta giocata ad alti e bassi ma vincendo con una grandissima intensità di gioco e difensiva ma anche grazie al fatto che i siciliani hanno sciupato molto di più e le 13 palle recuperate contro le 7 dei siciliani ne sono la testimonianza. Oggi il mattatore della partita sarebbe stato il siciliano Evangelisti (27 punti per lui), ma Montano ha dato il cambio di passo ai bolognesi nella seconda parte della partita segnando 11 punti (16 a tabellino, 2 assist e 3 palle recuperate) e facendo uscire Eatherton per 5 falli a 6:15 da ancora da giocare.
Sempre grandissimo l’apporto di Ed Daniel, che questa sera ha subìto una botta alla testa ed è stato costretto ad uscire dal campo anzitempo, da verificare le condizioni ma la sua prestazione fino a quel momento sono state sui soliti livelli (15 punti, 9 rimbalzi e 2 palle recuperate), ma anche questa sera come in Gara 2, è il gruppo che ha fatto la differenza.

I ragazzi di Matteo Boniciolli partono bene, si portano sul 9-5  a metà del primo periodo (5:34) con Raucci, Candi, due liberi di Daniel e una tripla di Italiano. Dall’altra parte Piazza ed Evangelisti cercano di tenere il passo di Bologna, ma Agrigento questa sera sembra sciupona ma grazie alla grandissima difesa costringe ad errori e a palle perse la Fortitudo Bologna che per 4 minuti non fa segnare sul tabellino un canestro (sbagliano Italiano, Montano, Sorrentino tutti dal perimetro) e subisce il ritorno dei siciliani che con Martin, e una tripla di Evangelisti si portano in vantaggio (9-10) a 2:02 dal termine del periodo. Quaglia riporta sopra Bologna (11-10) ma Mortellaro e Piazza a 7 secondi dal termine riportano sopra gli ospiti fissando il risultato sull’11-14. I ragazzi di Matteo Boniciolli non riescono più a segnare per un altro minuto e quarantadue secondi nonostante i tentativi di Amoroso.
Nel secondo periodo partono bene i siciliani con Evangelisti che infila subito un canestro, Daniel invece dall’altra parte lo sbaglia. Gli errori di De Laurentiis e Sorrentino tengono fermo il risultato sull’11-16, ma a rompere il digiuno ci pensa Amoroso che porta il risultato sul 13-16 dopo 1:20 giocati. Da questo momento in poi i ragazzi di Matteo Boniciolli per 3 minuti (8:42-5:44) non segnano più. Amoroso perde palla Daniel e Candi sbagliano al tiro mentre dall’altra parte i siciliani mettono canestri con Evangelisti (due da tre), Mortellaro (da due) e Saccaggi (ancora da tre) che portano Agrigento a prendere un vantaggio di 14 punti dopo 4 minuti giocati e risultato di 13-27. L’Eternedile si rivede con Daniel dalla lunetta a 5:44 dal termine che mette un 1/2 dai liberi portando il risultato sul 14-27. Una serie di errori da entrambe le parti con Evangelisti e Montano, porta Agrigento con Mascolo riallungare. Bologna cerca di reagire con Daniel che infiamma il pubblico del PalaDozza con una delle sue schiacciate e i canestri di Montano sono rigettati indietro da Saccaggi (da 3) ed Evangelisti che cercano di tenere le distanze da Bologna a 6 minuti giocati sul risultato di 20-32, il massimo vantaggio per i siciliani arriva a 1:55 su canestro di Mortellaro che porta il risultato sul 21-36 e lo svantaggio per Bologna a -15. Da questo momento in poi inizia il lento recupero della Fortitudo Bologna che con Candi da 3, un’altra schiacciata di Daniel e allo scadere del periodo a 7 secondi dal riposo Carraretto sempre da 3 accorciano le distanze a -10 sul risultato di 26-36.

A metà gara per Bologna Daniel è il miglior realizzatore (7 punti, 6 rimbalzi, 1 assist e 1 palla recuperata), seguito da Leo Candi (5 punti, 1 rimbalzo), poi Montano (5 punti, 1 rimbalzo, 1 assist e 2 palle recuperate), Italiano (3 punti), Quaglia (2 punti), Carraretto (1 rimbalzo), Amoroso (2 punti, 1 rimbazo), Raucci (2 punti, 1 assist e 1 palla recuperata), Campogrande (1 palla recuperata).
Su sponda Agrigento invece Evangelisti è il miglior realizzatore (16 punti, 2 rimbalzi), seguito da Mortellaro (6 punti, 1 assist), poi Piazza (4 punti, 3 rimbalzi, 2 assist e 1 palla recuperata), Martin (2 punti e 1 palla recuperata) e Mascolo (2 punti, 1 rimbalzo), Saccaggi (6 punti, e 1 assis).
Tiri dal campo: Bologna 10/28 da due (35%) e 2/10 da tre (20%), Agrigento 14/28 da due (50%) e 5/10 da tre (50%). Tiri liberi: Bologna 4/66 (66%), Agrigento 3/5 (60%). Rimbalzi: Bologna 14, Agrigento 16. Assist: Bologna 7, Agrigento 6. Palle recuperate: Bologna 7, Agrigento 3. Palle perse: Bologna 9, Agrigento 11. Falli subiti: Bologna 8, Agrigento 10.

Si riapre il terzo periodo con l’inesorabile e graduale rientro di Bologna che apre le danze con una tripla di Carraretto e porta a -7 la Fortitudo, ma Evangelisti (questa sera con la mano veramente calda), Eatherton e Martin riescono a tenere alla minima distanza Bologna che risponde con Daniel e Candi che fissano il risultato sul 33-42. I ragazzi di coach Boniciolli cercano di rientrare con Daniel ma il quarto si gioca punto a punto e Agrigento con Evangelisti, Martin, Eatherton, De Laurentiis, Saccaggi, e Piazza riesce a mantenere a distanza i bolognesi che provano a rientrare con Italiano, Raucci, Amoroso, Sorrentino e Carraretto portando il risultato finale del periodo sul 47-55.
Ultimo periodo al cardiopalma, la Fortitudo Bologna apre con due liberi di Ruacci che portano a -7 (48-55) i ragazzi di Matteo Boniciolli, Martin (48-57) a 50 secondi giocati (9:10) cerca la sterile opposizione al ritorno di Bologna che trascinata dal fantastico pubblico del PalaDozza (vero sesto uomo in campo) porta i padroni di casa ad un inesorabile recupero e i siciliani a non segnare più. Uno scontro tra Daniel e Mortellaro costringe all’uscita l’americano di Bologna per un colpo alla testa, il centro non rientrerà più in campo. Carraretto da 3, Amoroso e Montano portano a 4:51 dal termine dell’incontro il risultato prima in parità (57-57), e poi a prendere un minimo vantaggio (ancora Montano da 3) a cui Agrigento riesce solamente a rispondere a 2:36 dal termine con un libero di Piazza realizzato dopo ben 7 minuti abbondanti senza segnare. Nonostante tutto Agrigento è ancora lì a -3 (60-57) dal termine del periodo, Montano realizza due liberi (62-58), Saccaggi zittisce per un attimo gli spettatori del PalaDozza infilando il canestro dal perimetro del nuovo -1 (62-61) a 2:01 che mettono del pepe all’incontro. Due minuti in cui può capitare di tutto, Montano sbaglia un canestro, dall’altra parte Evangelisti fa uguale sbagliando un passaggio e portando in lunetta Carraretto che realizza i liberi (63-61) e +1 Bologna, Agrigento sciupa prima con Saccaggi e poi con Martin mentre Bologna non sciupa e Amoroso mette il canestro del +4 a 39 secondi dal termine (65-61), Ciani chiama timeout e al rientro Martin dopo aver perso palla imitato da Candi fronte Bologna, infila una tripla che riporta a -1 (65-64) Agrigento a 30 secondi dal termine che costringe Boniciolli a un timeout. Si rientra con un fallo di Saccaggi che porta in lunetta Candi che fa 1/2 (66-64) a 28” ma sul secondo libero sbagliato Amoroso raccoglie il rimbalzo che permette un altro possesso ai padroni di casa, Agrigento è costretta a far fallo su Montano per fermare il cronometro a 24” che dalla lunetta non sbaglia e porta a +4 (68-64) e su sucessiva azione di attacco dei siciliani Evangelisti perde palla regalando così l’ultimo possesso a Bologna. Dopo il timeout di Boniciolli Carraretto non riesce a segnare, ma la Fortitudo porta a casa la partita per 68-64 e la serie 3-0. È semifinale playoff…

Eternedile Bologna-Moncada Agrigento 68-64
Parziali: 1/4 11-14 (11-14) – 2/4 15-22 (26-36) – 3/4 21-19 (47-55) – 4/4 21-9 (68-64)
Eternedile Bologna: Daniel (15); Candi (6); Campogrande (0); Raucci (5); Italiano (4); Rovatti (n.e.); Quaglia (2); Montano (16); Sorrentino (2); Carraretto (9); Amoroso (9). All. Boniciolli.
Moncada Agrigento: De Laurentiis (2); Eatherton (2); Evangelisti (27); Martin (11); Piazza (5); Mascolo (2); Morciano (0); Mortellaro (6); Saccaggi (9); Vai (0); Visentin (n.e.). All. Ciani.
Tiri dal campo: Bologna 24/57 (42%) da due – 5/21 (23%) da tre, Agrigento 24/54 (44%) da due – 9/21 (42%) da tre.
Tiri liberi: Bologna 5/21, Agrigento 9/21.
Rimbalzi: Bologna 33, Agrigento 30.
Assist: Bologna 18, Agrigento 11.
Palle recuperate: Bologna 13, Agrigento 7.
Palle perse: Bologna 15, Agrigento 21.
Falli subiti: Bologna 28, Agrigento 26.
Arbitri: Norce, Perciavalle, Rudelat.

About The Author

Related posts