17 gennaio, 2018

Fortitudo, Top & Flop del match contro Forlì

Fortitudo, Top & Flop del match contro Forlì

TOP

Stefano Mancinelli
Il capitano affonda con tutta la truppa nel primo tempo ma quando conta si carica la squadra sulle spalle e con due bombe filate affossa Forlì. Meno preciso del solito ma sempre prezioso nel gioco sotto canestro, chiude con 16 punti e 23 di valutazione.

Luca Gandini
Fa valere la sua stazza sotto canestro conquistando 7 rimbalzi d’attacco, 2 dei quali decisivi nel finale di partita. E’ infallibile dalla lunetta; chiude con un solo canestro dal campo realizzato, ma il lavoro sotto le plance dell’ultimo quarto lo fa diventare di diritto uno dei migliori in campo.

Yuval Naimy
L’israeliano sembra la reincarnazione di Jason Williams; sfodera assist al bacio per i compagni, traina i suoi fin dall’inizio arrivando in doppia cifra nel primo quarto di gioco. Cala leggermente nel secondo tempo ma la sua prestazione è maiuscola: doppia doppia da 18 punti e 12 assist.


FLOP

Difesa
Distratta fin dall’inizio, non riesce a trovare un rimedio al gioco pick and roll degli avversari che arrivano al ferro con facilità. 46 punti subiti nei primi 20’ di gioco sono esorbitanti. Migliora nell’ultimo quarto più per la stanchezza forlivese, ma ha fatto acqua da tutte le parti.

Demetri McCamey
Non entra mai in partita anche per il continuo dentro-fuori che gli riserva il coach; bucato costantemente da Naimy, si prende pochissime iniziative in attacco. Senza Fultz ci si aspettava ovviamente di più da lui.

Matteo Boniciolli
Non riesce a trovare un rimedio al gioco facile ma produttivo di Forlì; continua a cambiare quintetti, intervallando gli uomini forse un po’ troppo spesso soprattutto in un momento di gara dove si cercava stabilità. Ok sfruttare tutta la panchina ma così facendo alcuni giocatori non riescono ad entrare in ritmo.


A cura di Luca Testoni

About The Author

Related posts