12 dicembre, 2017

Fortitudo, ultima formalità prima dei playoff

Fortitudo, ultima formalità prima dei playoff

Ultimo match della regular season per la Fortitudo contro Chieti, ultima partita contro una squadra che viene a Bologna senza nessuna pretesa e tanto meno col coltello tra i denti in quanto non ha più niente da chiedere al suo campionato. E allora che match vedremo? Matteo Boniciolli predica da tempo “la concentrazione” e l’intensità che la squadra biancoblù  in alcune situazioni durante l’arco dell’anno ha dimostrato di smarrire (vedi Ravenna), ma che nelle ultime partite disputate ha fatto vedere di avere nelle proprie corde soprattutto nei momenti che contano (vedi Ferrara).
La settimana dei biancoblù è passata in maniera molto serena, all’appello sono mancati per assenze forzate di Davide Raucci ancora convalescente e Leo Candi per quella gomitata presa da Guarino nella parte finale del match con Ferrara che lo ha costretto ad uscire.
Il primo sta forzando i tempi di recupero e l’ecografia fatta ieri ha dato buoni segnali, si stima di averlo già da mercoledì in allenamento in campo coi suoi compagni in allenamento in vista di un suo rientro anticipato, il secondo invece dovrebbe essere in campo contro Chieti, ma se il coach non lo vorrà rischiare in vista dei prossimi impegni dei biancoblù ecco che troverà più spazio Luca Campogrande, che nelle ultime partite ha avuto modo di farsi vedere facendo bene.
Il coach chiede comunque ai suoi ragazzi l’ennesima “prova” davanti al proprio pubblico, per mettere sotto pressione quel tanto che basta i suoi in vista dei playoff, dove i biancoblù si dimostrano di essere squadra lunga e ostica per tutti e magari per centrare quell’obiettivo a cui tutti stanno facendo un pensierino nemmeno tanto velato.
In settimana infatti hanno parlato anche il Presidente Muratori, il DG Pavani e il patron di Kontatto Federico Ballandi, che hanno espresso soddisfazione per la stagione che stanno disputando i biancoblù. Nelle loro dichiarazioni hanno decisamente chiuso le porte ad eventuali nuovi arrivi (vedi Udanoh che da Ferrara si è accasato a Mantova) visto gli sforzi fatti fino ad ora, per implementare il roster ma fanno intendere, nemmeno tanto velatamente, di puntare al massimo risultato per quel che riguarda il risultato finale dei playoff, gli ingredienti ci sarebbero anche tutti, ai posteri l’ardua sentenza…


Ma veniamo a Chieti, che viene a Bologna in asciugamano e ciabatte, almeno tutti ne parlano in questi termini. Quello che farà la differenza sono sempre le motivazioni e Chieti sembra aver già chiuso la sua stagione, noi non pensiamo però che le furie vengano qui per fare la Matera della situazione.
La squadra di Massimo Galli si avvicina a questo match con un 4/10 (quattro vinte e sei perse), gli abruzzesi non vincono fuori casa dal 7 febbraio nella partita contro la Leonessa Brescia (77-92) seguite dalle vittorie in casa con Ravenna (74-68), Legnano (74-73) e Matera (87-60); nelle restanti sei partite hanno perso con Mantova (79-84), Roseto (81-83), Treviso (84-50) in casa e con Trieste (82-68), Recanati (80-70) e Verona (78-74).
La media di squadra è di 72,3 punti, di cui 34,4 e 52% da due, 26,6 e 32% da tre, 16,7 e 67% nei liberi, 33,3 rimbalzi di cui 8,2 in attacco e 25,1 difensivi, 12,9 palle perse e 7,5 palle recuperate e infine 12,6 assist.
Nel roster degli abruzzesi spicca Isaiah Armwood centro americano da 14,2 punti di media a partita (9,6 e 53% da due, 2,1 e 27% da tre, 4 e 59% ai liberi, 9,3 rimbalzi e 1,7 assist) unico straniero superstite dopo il taglio di Ivan Lilov, le furie si affidano soprattutto agli italiani tra cui spiccano Diego Monaldi play da 12,7 (5,7 e 48% da due, 6 e 32% da tre, 2,6 e 58% ai liberi, 2,9 ribalzi e 3,1 assist) e Marco Allegretti, ala grande da 12,1 (4,6 e 58% da due, 3,9 e 36% da tre, 3,1 e 83% ai liberi e 4,4 rimbalzi), per il resto l’ala piccola Luigi Sergio (8,5 punti di media) e gli altri vanno tutti sotto i 10 punti.


In attesa del risultato di questo match vedremo come si piazzeranno i biancoblù e gli eventuali accoppiamenti per il cammino della Fortitudo nei playoff. Comunque vada sarà un successo!

Sabato ore 21:00 diretta su RadioNettuno

About The Author

Related posts