21 ottobre, 2018

Il pagellone Fortitudo

Il pagellone Fortitudo

di Giacomo Bianchi
Nonostante gli allenamenti lontano dal Paladozza e i venti giorni di stop, la Fortitudo riparte alla grande e batte agevolmente una Lugo completamente diversa da quella vista all’andata. I biancoblù dominano per tutti i quaranta minuti, mostrando maggiore qualità e maggior dinamismo. Voto 6.5, la differenza tecnica tra le due squadre è abissale, difficile pensare ad un voto più alto.

MONTANO 6.5 (28′ di gioco)
Statistiche difensive: 7 rimbalzi dif., 4 palle recuperate, 3 falli fatti, 1 stoppata data.
Voto difesa 6: Solito grande apporto a rimbalzo e solito dinamismo. Non si risparmia mai, si butta anche oltre il campo per recuperare palloni vaganti.
Statistiche offensive: 6/12 al tiro (4/6 da tre), 1/2 ai liberi, 3 assist, 3 falli subiti, 4 palle perse.

Voto attacco 6.5: Mira da aggiustare e, anche se in certi momenti è troppo frettoloso, è un punto di riferimento indispensabile per l’attacco. Bene i 3 assist, da migliorare le palle perse.

VALENTINI 6.5 (27′ di gioco)

Statistiche difensive: 5 rimbalzi dif., 1 fallo fatto, 1 palla rubata.
Voto difesa 6.5: La sua più grande qualità è quella di non lasciare mai nemmeno un centimetro all’avverasario. Lo attacca, lo mette in difficoltà, spesso lo porta a sbagliare. Elemento fondamentale per la difesa biancoblù.
Statistiche offensive: 4/6 al tiro (1/2 da tre), 4/6 ai liberi, 2 assist, 3 falli subiti, 1 palla persa.
Voto attacco 6.5: Fa tutto (o quasi) nel secondo quarto, quando ha la fiducia dei compagni e si mette in proprio, facendo sempre le scelte giuste.

RAUCCI 6 (19′ di gioco)
Statistiche difensive: 1 rimbalzo dif., 3 falli fatti.

Voto difesa 6: Gli vengono fischiati tre falli molto dubbi, che in realtà sembravano più palle recuperate che infrazioni di gioco. Ma va bene così.


Statistiche offensive: 1/1 al tiro, 1 assist, 1 palla persa, 1 ribalzo offensivo.

Voto attacco 6+: Non si pone al centro del gioco, si limita a fare il gregario e a giocare per gli altri, con i giusti movimenti per liberare i compagni. Magico un suo assist per Lamma nel finale.

SAMOGGIA 6 (23′ di gioco)
Statistiche difensive: 8 rimbalzi dif., 3 falli fatti, 1 stoppata.

Voto difesa 6.5: 8 rimbalzi e importante dominio sotto le plance. Se un attaccante lo porta lontano, lo segue e gli contesta il tiro, se si butta dentro, lo stoppa.


Statistiche offensive: 0/3 al tiro (0/1 da tre), 2 assist.

Voto attacco 5.5: Fa 0 punti, e la cosa è sorprendente. Ma capisce che oggi non c’è bisogno del suo apporto e non si prende nemmeno troppe responsabilità.

IANNILLI 6.5 (18′ di gioco)
Statistiche difensive: 5 rimbalzi dif., 2 falli fatti.

Voto difesa 6+: Con lui in campo Lugo non si avvicina mai all’area e tira solo da tre, intimidita e impaurita dalla sua presenza.


Statistiche offensive: 5/5 al tiro, 2/4 ai liberi, 2 assist, 2 falli subiti.

Voto attacco 6.5: Bene, anzi benissimo, nel primo quarto dove segna 8 punti e insieme a Sorrentino dà il via alla fuga della squadra. Dopo si siede, giusto non rischiarlo con il gomito ancora malconcio.

GRILLI 6 (18′ di gioco)

Statistiche difensive: 1 rimbalzo dif, 3 falli fatti.
Voto difesa 6: Il dinamismo non manca mai, ma a volte sembra nervoso. Prende un tecnico evidente ma anche fortemente evitabile.


Statistiche offensive: 3/7 al tiro (1/4 da tre).

Voto attacco 6+: Si sblocca subito con una tripla che fa esultare anche Vandoni, poi segna solo in penetrazione. In una partita nella quale c’erano tutte le possibilità per rilanciarsi, non fa quello che ci si aspetta e, offensivamente, rimane un grosso punto interrogativo.

LAMMA 6.5 (24′ di gioco)

Statistiche difensive: 1 rimbalzo dif., 1 falli fatti, 1 palle recuperate
.
Voto difesa 6: Sempre pronto a raddoppiare quando c’è bisogno e sempre bravo a mettersi sulla linea di passaggio avversaria.
Statistiche offensive: 3/6 al tiro (0/2 da tre), 6 assist, 4 palle perse, 2 falli subiti.
Voto attacco 6.5: La gestione della palla è data dall’esperienza, i sei assist sono frutto della sua pura intelligenza cestistica. Per essere perfetto dovrebbe diminuire le palle perse.

SORRENTINO 7.5 (27′ di gioco, foto www.fortitudobologna.it)

Statistiche difensive: 3 rimbalzi dif., 3 falli fatti.
Voto difesa 7: Quando in attacco è determinante, gli viene più facile anche il lavoro in fase difensiva. Tanta aggressività, soprattutto in avvio, che spiazza gli avversari incapaci di creare un’azione vincente.
Statistiche offensive: 9/15 al tiro (4/6 da tre), 4/4 ai liberi, 2 assist, 3 palle perse, 5 falli subiti, 2 rimb. off.

Voto attacco 7.5: Finalmente è tornato quello che tutti si aspettavano. Nella speranza che non sia un fuoco di paglia, il napoletano segna 26 punti, si prende tanti tiri e li manda a segno. E poi attacca bene il canestro, distribuisce assist e va a rimbalzo.

MANCIN 5.5 (10′ di gioco)

Statistiche difensive: 3 falli fatti, 1 stoppata, 1 rimbalzo dif.

Voto difesa 6: Tanti falli in pochi minuti, ma anche una stoppata che scalda il Paladozza.


Statistiche offensive: 3 falli subiti, 1 palla persa.

Voto attacco 5.5: Vero, non è mai facile entrare sul parquet sul +30, quando ormai la partita è già finita. Però, in 10 minuti, non si mette in luce più di tanto.

PESINO sv (3′ di gioco)

Statistiche: 1 assist, 1 palla persa, 0/1 da due, 0/1 da tre. Passerella per il giovane chiamato a sostituire Candi, regala un pallone vincente e viene cercato dai compagni per segnare. Il futuro è tutto per lui.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright BasketCity

Related posts