24 maggio, 2018

La Fortitudo batte Agrigento e passa ai quarti

La Fortitudo batte Agrigento e passa ai quarti
Photo Credit To Fabio Pozzati / Fortitudo Pallacanestro Bologna

L’approccio della Fortitudo alla gara – del tutto diverso rispetto a quello di gara 2 – fa la differenza già nei primi minuti. Dopo 7’44’, coach Ciani è già costretto a chiamare timeout. Il minuto, però, non spezza l’inerzia. Tutta a favore della Effe. Agrigento trova un solo canestro dal campo nei primi cinque minuti. La squadra di Pozzecco scappa via sul 5-16. Per vedere la reazione dei padroni di casa bisogna attendere gli ultimi tre minuti del primo quarto (12-18). Il parziale nasce anche grazie alla zona, che in gara 2 aveva messo in seria difficoltà la Fortitudo. A togliere le castagne dal fuoco ci pensaOkereafor, con la seconda tripla della sua gara.

Il buon momento di Agrigento continua anche nel secondo quarto. La squadra di Ciani trova il primo vantaggio (22-21). Pozzecco non può far altro che chiamare timeout. Ma il vantaggio dei padroni di casa tocca anche il più sei. La Fortitudo è costretta ad inseguire. Lo fa, affidandosi alle giocate di capitan Mancinelli. A 4′ dall’intervallo, Pozzecco si prende untecnico. I padroni di casa scappano fino al meno otto dell’intervallo lungo.

Al rientro dagli spogliatoi, il duo Rosselli guida la rimonta. È lui a firmare il canestro della parità (45-45). Ma nel terzo quarto, Pozzecco si becca il secondo tecnico e viene espulso. Sarà Comuzzo a guidare la squadra fino in fondo. Agrigento costruisce un 13-0 di parziale. Ad interrompere il parziale ci pensa Amici. Cinque punti del numero diciannove mandano le squadre a giocare l’ultimo quarto sul 58-52.

Sono quelle le giocate che cambiano l’inerzia della gara. Parziale Agrigento e contro parziale Fortitudo. Uno 0-12 che vale il meno uno. Il sorpasso della Effe lo firma il solito Rosselli (60-62). Tripla pesante, esattamente come quella di Mancinelli che vale il più cinque. Agrigento si affida alle giocate di Ambrosin e Pepe. È una sua tripla a riaprire la gara a meno di un minuto dal termine. Sul 69-71, Mancinelli va in lunetta con due liberi. Il capitano fa uno su due. A 4” dalla fine, Amici commette un fallo molto ingenuo su un tiro dall’arco di Pepe. Il giocatore di Agrigento fa due su tre. Dall’altra, Pini fa uno su due. La squadra di Ciani non riesce a tirare, quando mancano ancora 3” da giocare. Vince la Effe, che chiude la serie 3-0.

Moncada Fortitudo Agrigento-Consultinvest Fortitudo Bologna 71-74
Parziali: 1/4 16-21 (16-21) – 2/4 25-12 (41-33) – 3/4 17-19 (58-52) – 4/4 00-00 (00-00)
Moncada Fortitudo Agrigento: Ambrosin 8, Guariglia 6, Lovisotto 2, Cannon 14, Williams 17, Cuffaro n.e., Magro n.e., Evangelisti 5, Savoca n.e., Zilli 1, Zugno 6, Pepe 12. All. Ciani.
Consultinvest Fortitudo Bologna: Okereafor 13, Mancinelli 20, Rosselli 20, Pini 5, Amici 9, Fultz, Murabito n.e., Montanari n.e., Gandini 4, McCamey, Cinciarini 10, Italiano 1. All. Pozzecco.


Fonte: Per gentile concessione di Andrea Bonomo  per www.1000cuorirossoblu.it

About The Author

Related posts