24 ottobre, 2018

Lestini: “Mai offesa la Fortitudo”

Lestini: “Mai offesa la Fortitudo”

Non sono mancati i momenti di tensione, ai Giardini Margherita, dove è andata in scena la conferenza stampa di spiegazioni voluta da Federico Lestini. Il suo ingaggio, che pare ormai cosa fatta e va solo ufficializzato dalla Fortitudo, ha creato molto rumore. Una parte della tifoseria infatti non ha dimenticato i gesti rivolti dall’ex virtussino in alcune sfide precedenti, soprattutto con la maglia di Forlì.

LE PAROLE. Il giocatore ha spiegato che “non ho mai offeso nessuno, nè la Fortitudo. Sono stati gesti spiacevoli, ma mai volgari. Sono una testa calda, nel senso buono, cioè mi scaldo quando indosso una maglia, non ce l’avevo con la Fortitudo, per me era solo un’avversaria in quei momenti, anzi, ritengo quella biancoblù una delle migliori tifoserie d’Italia. Errori di gioventù, ma nessuna offesa, avete interpretato male. Non sono qui per chiedere scusa, ma per un chiarimento”.

REAZIONI. Che potrebbe esserci stato con la curva (“Ho parlato con Paolo Santi ed è stata una chiamata assolutamente tranquilla“) ma non con quelli che su internet non gliel’hanno mandata a dire (“Ho letto cose gravi“) e con lo sparuto gruppo presente alla conferenza. Qualche tifoso, che ha precisato di rappresentare solo se stesso, e ha più volte interrotto l’ala, seduta accanto al suo agente, Ciafardoni. La temperatura si è alzata, qualcuno si è anche avvicinato pericolosamente al tavolo, e il giocatore è stato esplicitamente invitato a non accettare l’offerta con toni minacciosi. Gli agenti di Digos e Questura hanno riportato la calma. “Per me questo clima è uno stimolo in più” ha detto, prima di andar via scortato.

Related posts