11 dicembre, 2017

Terza vittoria, alla Effe il derby emiliano-romagnolo

Boniciolli sceglie di far partire sia Montano che Legion nello starting five. Mentre, dall’altra, Valli non recupera Reati. L’ex Tortona, in dubbio fino alla fine, non è riuscito a recuperare per la gara contro la Fortitudo.

Il primo mini vantaggio della Effe arriva grazie ad un fallo e canestro di Montano. I padroni di casa pareggiano subito i conti con le giocate di Johnson e Bonacini Ma, dopo la parità a quota 9, arrivano sette punti consecutivi di Knox. Sono i punti dai quali parte l’allungo che spacca in due la partita e porta la Effe a doppiare Forlì al primo mini intervallo. Il 17-34 arriva grazie ad una tripla di Gandini allo scadere

Quella del numero diciotto in maglia biancoblù è la quinta tripla, in un quarto in cui la Fortitudo tira con 5/6 da tre. Sul meno venti, i tifosi di Forlì invitano i propri giocatori a tirare fuori gli attributi. L’immagine della partita dei padroni di casa sta tutta nei cori di disappunto dei propri tifosi. Nel secondo quarto, Boniciolli concede minuti anche a Marchetti. Sono i primi per lui, dopo il tesseramento, con il play romano che regala a Mancinelli l’assist per il canestro del 23-49.

Dopo essere andata all’intervallo lungo sul 33-54, Forlì ha una timida reazione in avvio di terzo quarto. Ma ci pensa immediatamente Legion a ricacciare indietro i padroni di casa, con la tripla del più venti (41-61). Boniciolli, però, chiama subito timeout. Lo fa dopo un contropiede gestito nel peggiore dei modi dalla sua squadra. Un minuto che serve a tenere alta la tensione, per evitare cali come quello visto con Jesi, la settimana scorsa. La squadra di Giorgio Valli riesce a rientrare anche a meno quindici. Lo fa grazie ad un 5-0 di parziale firmato da Pierich e Paolin.

Poi, nell’ultimo quarto, gli arbitri fischiano un tecnico ad Italiano. È il quinto fallo della sua gara, quando mancano ancora otto minuti da giocare. Un canestro di Amoroso fa 68-81, a poco più di tre minuti dalla fine. E la squadra di Valli riesce anche a rientrare sotto la doppia cifra di svantaggio. Prima Pierich, dall’arco, poi Adegboye fanno 75-83. A chiudere la partita è una tripla di Ruzzier.

Unieuro Forlì- Kontatto Fortitudo Bologna 80-88
Parziali: 1/4 17-34 (17-34) – 2/4 16-20 (33-54) – 3/4 22-19 (55-73) – 4/4 25-15 (80-88)
Unieuro Forlì: Adegboye (17); Johnson (21); Castelli (5); Bonacini (8); Amoroso (18); Pierich (7); Rotondo (0); Ferri (0); koite Thiam (2); Paolin (2). All. Valli.
Kontatto Fortitudo Bologna: Mancinelli (8); Candi (5); Knox (19); Legion (7); Raucci (5); Ruzzier (11); Montano (17); Italiano (10); Gandini (6); Marchetti (0); Di Poce; Costanzelli (n.e.); Campogrande (0). All. Boniciolli.
Tiri dal campo: Forlì 26/47 da due (55%) – 4/18 da tre (22%), Bologna 23/35 da due (66%) – 8/16 da tre (50%).
Tiri liberi: Forlì 16/23 (70%), Bologna 18/25 (72%).
Rimbalzi: Forlì 23 (9 off.), Bologna 33 (6 off.).
Assist: Forlì 10, Bologna 16.
Palle recuperate: Forlì 6, Bologna 4.
Palle perse: Forlì 9, Bologna 13.
Falli subiti: Forlì 22, Bologna 23.
Arbitri: Borgo, Pazzaglia, Catani.

Per gentile concessione di Andrea Bonomo e www.1000cuorirossoblu.it

About The Author

Related posts