17 febbraio, 2018

Vandoni: “A Lecco per una partita di sostanza”

Vandoni: “A Lecco per una partita di sostanza”

Domani la Fortitudo andrà a Lecco, cercando di dare continuità alle ultime due vittorie contro Trieste e Cento. Non sarà una partita facile, e coach Vandoni lo ha sottolineato questa mattina in conferenza stampa, quando ha parlato anche dell’ultimo arrivato Italiano e della post-season.

CENTO. Vorrei cominciare dicendo che ieri sera ho sentito Marco Albanesi dopo la bella vittoria che la sua squadra ha ottenuto contro Siena; tra di noi c’è stima reciproca, al di là dei risultati sul campo. Ancora una volta è stato dimostrato che il nostro è il girone più difficile, visto che sia Montichiari che Cento hanno avuto accesso alle final 4 di Coppa Italia, battendo le avversarie del girone A”.

LECCO. Dovremo fare attenzione, è una squadra tosta che attacca molto gli avversari e non li fa ragionare. Sono molto aggressivi e dovremo essere bravi a fare una partita di sostanza, basata sulla difesa. Giocano molto sui rimbalzi d’attacco, dovremo fare attenzione”.

PLAYOFF. Il nostro lavoro non è improntato solo sull’oggi, ma stiamo anche lavorando in vista dei playoff, la fase decisiva della stagione: giocheremo ogni due o tre giorni, dovremo essere bravi ad arrivarci pronti. Non mi interessa la posizione di classifica, ai playoff c’è un altro ritmo e ci sono altre motivazioni: saranno quelli i fattori che faranno la differenza. L’inserimento di un altro giocatore, può aumentare le rotazioni anche in vista di quella fase della stagione”.

STATISTICHE. “Vorrei sottolineare come, guardando le statistiche, tutti i miei giocatori – eccetto Samoggia che gioca 30 minuti e Mancin che ne gioca 10-, hanno un minutaggio compreso tra i 20 e i 24 minuti, a dimostrazione del fatto che io faccio giocare tutti senza preclusioni”. 

ITALIANO. Italiano sta bene fisicamente e si è sempre allenato. E’ diverso da quanto successo con Carraretto, che non si allenava da venti giorni con una squadra, anche se poi ha dimostrato di essere in perfette condizioni. Magari non avrà lo stesso inserimento rapido che ha avuto l’ex Siena, ma ci può stare, essendo molto meno esperto del compagno. Ho notato però che ha una gran voglia di lavorare e di mettersi a disposizione della squadra”.

ROTAZIONI. “Domani starà fuori Candi. Ha giocato tanto sia con noi che con il settore giovanile. Non è assolutamente una punizione, all’andata fu decisivo. Ha però bisogno di riposarsi e tirare il fiato e visto che abbiamo la possibilità di far ruotare i nostri giocatori, ne approfittiamo”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright BasketCity

Related posts