23 febbraio, 2018

Vandoni: “Orgoglioso del mio gruppo”

Vandoni: “Orgoglioso del mio gruppo”

Vinte sette delle ultime otto partite, la Fortitudo affronta domani Crema al PalaDozza. La squadra di Vandoni (foto www.fortitudobologna.it) si è ritrovata nel gruppo di testa dopo la vittoria di Orzinuovi, raggiunta al primo posto condiviso anche da Montichiari e Cento.

LA PIU’ COMPLICATA DOPO ORZINUVOVI. “Sarà una partita molto complicata – sottolinea coach Vandoni – Non voglio ripensare al passato, ma anche dopo la vittoria contro Cento abbiamo dovuto faticare per vincere in casa contro Lecco. Ecco perchè non sono tranquillo. Loro sono una buona squadra, tirano meglio da tre di noi ed hanno una buona percentuale ai liberi, in più hanno un buon mix di esperienza e gioventù qualificata. Sono legato a Ferri e Cardellini, due giocatori che stanno migliorando molto e che ho lanciato. Sono una squadra che ragiona e che va anche in contropiede, quindi come la settimana scorsa, la chiave sarà quella di scegliere buoni tiri e non essere sbilanciati per evitare le loro ripartenze“.

ORGOGLIOSO DI ALLENARE QUESTA SQUADRA. “Io mi aspetto che il processo di crescita della mia squadra sia soprattutto mentale, prima ancora che tecnico. Però stiamo lavorando bene e i ragazzi mi danno una grande serenità: di fronte alle difficoltà che quotidianamente ci sono a causa degli infortuni, ognuno si impegna e lotta sempre al massimo. Sono orgoglioso di allenare un gruppo così”.

IO VOGLIO QUESTI. “Quando mi chiedono se ci sono giocatori che vorrei avere, dico che la squadra che voglio allenare è proprio questa. I ragazzi sono la mia grande soddisfazione, non voglio nessun altro. C’è una chimica particolare che mi convince sul fatto che siamo sulla strada giusta”.

MEGLIO FUORI CHE IN CASA?La partita che più mi è piaciuta, è stata quella con Pordenone, ed abbiamo giocato in casa: loro hanno fatto una grande gara e se noi non avessimo giocato così bene, sarebbe andata diversamente. Non penso però ci sia differenza tra giocare in casa o fuori”.

IANNILLI. “Non è cambiato niente, ci sarà una risonanza questa settimana ma penso che per un’altra settimana le cose non cambieranno. Si sta allenando duro, viene sempre a fine allenamento e la domenica se c’è bisogno scende in campo. È come il bagnino Mario, che raccoglie i palloni a fine allenamento pur di stare con i ragazzi”.

GRILLI. “Non sta bene, vedremo oggi i risultati dell’ecografia. In ogni modo, anche se dovesse fare zero minuti, lo porterò in panchina. Non perchè non ho giovani da convocare, ma perchè voglio che la squadra ci sia tutta, sia serena vedendosi al completo e motivata ancora di più”.

LE FINAL 4. “Vorrei arrivare a domani sera con due punti in più in classifica, questo sarà l’importante. In un momento in cui è bello vedere la serenità e la credibilità che ci sono attorno a noi anche dal punto di vista societario, un’eventuale semifinale di Lega sarebbe un’ulteriore conferma di ciò. Se dovessimo riproporre una partita storica (Siena, ndr), sarebbe un contributo importante per la pallacanestro in generale”.

AIUTO DAL PUBBLICO. “Sarà una partita complicata, quindi chiedo ancora di più l’aiuto del pubblico. Loro ci sono sempre, ma domani vorrei una mano ancora più grande per questi ragazzi che, come si può vedere, danno sempre il massimo”.

CALENDARIO. L’ufficio stampa Fortitudo informa che da oggi, al Fortitudo Point, è possibile acquistare il calendario 2015 con le immagini dei ragazzi biancoblù.
Giacomo Bianchi

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright BasketCity

Related posts