25 settembre, 2018

Nazionale, a Bologna l’Italia batte la Polonia 101-82

Nazionale, a Bologna l’Italia batte la Polonia 101-82

Prima partita e prima vittoria per l’Italia nella seconda fase delle Qualificazioni al Mondiale di Cina 2019. In un PalaDozza vestito d’Azzurro e sold out per l’occasione la squadra del CT Meo Sacchetti si è imposta sulla Polonia per 101-82, mantenendo così la seconda posizione nel Girone J alle spalle della Lituania (vittoria col brivido 84-83 in Croazia).

Miglior marcatore è stato Amedeo Della Valle con 28 punti. 8 triple (su 11 tentativi) per il nostro 00, che centra così il record dall’arco delle Qualificazioni al Mondiale cinese. In doppia cifra anche Pietro Aradori e l’esordiente Jeff Brooks con 16 punti e Luigi Datome con 14 punti.

Il match

Il PalaDozza esaurito in ogni ordine di posti accoglie l’Italia nella prima partita del Girone J. Coach Sacchetti sceglie il quintetto Luca Vitali, Della Valle, Melli, capitan Datome e Brooks. Ci mette davvero poco l’ala classe ’89 a prendere confidenza con l’Azzurro, e con i suoi 5 punti (con tripla) consecutivi – a cui si somma la bomba di Datome – l’Italbasket va +5 dopo 4’. Dall’altra parte Ponitka e Slaughter sono le frecce più appuntite nella faretra polacca, e lo confermano i 10 punti in tandem per l’aggancio 10-10.

La tripla di Della Valle mette due possessi fra l’Italia e la Polonia, l’ingresso di Aradori scatena il PalaDozza e i 9 punti di Datome lo fanno salire a quota 1.500 punti in Nazionale.

La squadra di Mike Taylor però non si scompone mai, e la tripla sulla sirena di Łączyński fissa il punteggio sul 25-25 al primo riposo.

Il n.15 polacco è protagonista anche nelle prime battute del secondo periodo, con il parziale di 5-0 (25-30) che costringe coach Sacchetti a chiamare un time-out spezza-ritmo. E’ dall’arco che l’Italia trova le maggiori soddisfazioni e, dopo il 3/6 nei primi 10’, il secondo quarto è una pioggia di triple a firma Brian Sacchetti, Aradori (3/3) e Della Valle (3). Nonostante i punti pesanti, la Polonia tiene il ritmo, affidandosi a Slaughter e al capitano Waczyński che in più di un’occasione mettono la freccia del sorpasso, prima che l’intervallo si chiuda su 54-52 Italia con la tripla, quarta personale e decima di squadra, di Della Valle.

Datome in versione assistman, Melli (9 punti) e Della Valle aprono la strada al parziale 10-4 che vale il 64-56 al minuto 25. Slaughter continua a inventare basket, Łączyński è preciso anche dagli 8 metri e così all’ultimo intervallo l’Italia, seppur col massimo vantaggio accumulato dalla palla a 2 (73-65), non può ancora abbassare la guardia.

Prime battute dell’ultimo quarto nel segno di Sacchetti e Cinciarini, energia e astuzia nel +10 (75-65) a 8’ dalla sirena. Punteggio congelato per un paio di minuti, poi il sussulto della Polonia (76-71) viene smorzato dalle bombe di Della Valle, Cinciarini e Datome (88-76 al minuto 37), che di fatto chiudono la gara. Per l’esordio che più fortunato non si può, Brooks fa 16 punti fissando il punteggio sul 101-85.

Con il successo sulla Polonia (32esima su 44 sfide), l’Italia sale così a quota 12 punti nel Girone J. Nel raggruppamento continua senza freni la marcia della Lituania, corsara in Croazia con il punteggio di 84-83. Successo esterno anche per l’Ungheria in casa dei Paesi Bassi (74-59).

Nel pomeriggio di domani, sabato 15 settembre, la squadra si trasferirà a Debrecen, dove lunedì 17 settembre incontrerà l’Ungheria per la seconda gara del Girone J (ore 18:00, diretta su Sky Sport HD).

  1. IL TABELLINO

    Italia-Polonia 101-82
    (25-25, 29-27, 19-13, 28-17)
    Italia: Della Valle* 28 (0/3, 8/11), Aradori 16 (3/6/, 3/4), Biligha 2 (1/1), L. Vitali* (0/1 da tre), Melli* 9 (3/7, 1/2), Filloy ne, Brooks 16 (6/7, 1/1), Cinciarini 8 (2/2, 1/2), Abass 3 (0/1, 1/1), M. Vitali ne, B. Sacchetti 5 (1/1, 1/1), Datome* 14 (3/5, 2/5). All: R. Sacchetti
    Polonia: Sokołowski 2 (0/1), Cel* 2 (1/1), Slaughter* 28 (3/5, 6/8), Sulima 6 (2/4), Ponitka* 13 (4/7, 1/3), Kolenda ne, Waczyński* 10 (2/4, 2/6), Łączyński 9 (3/4 da tre), Gielo 8 (4/5, 0/2), Witliński ne, Gruszecki (0/2), Hrycaniuk* 4 (2/4). All: Taylor
    Arbitri: Glisic (Serbia), Maricic (Serbia), Aunkrogers (Lettonia)

  2. GLI AZZURRI

    #00 Amedeo Della Valle (1993, 194, P/G, A|X Armani Exchange Milano)
    #4 Pietro Aradori (1988, 196, A, Segafredo Virtus Bologna)
    #6 Paul Biligha (1990, 200, C, Umana Reyer Venezia)
    #7 Luca Vitali (1986, 201, P, Germani Basket Brescia)
    #9 Nicolò Melli (1991, 205, A, Fenerbahce - Turchia)
    #12 Ariel Filloy (1987, 190, P, Sidigas Avellino)
    #15 Jeff Brooks (1989, 203, A/C, A|X Armani Exchange Milano)
    #20 Andrea Cinciarini (1986, 193, P, A|X Armani Exchange Milano)
    #23 Awudu Abass (1993, 200, A, Germani Basket Brescia)
    #31 Michele Vitali (1991, 196, A, Morabanc Andorra - Spagna)
    #41 Brian Sacchetti (1986, 200, A, Germani Basket Brescia)
    #70 Luigi Datome (1987, 203, A, Fenerbahce - Turchia)

  3. A DISPOSIZIONE

    #27 Stefano Tonut (1993, 194, G, Umana Reyer Venezia)
    #32 Christian Burns (1985, 203, A/C, A|X Armani Exchange Milano)

  4. LA POLONIA

    #5 Aaron Cel (1987, 2.03, A, Polski Cukier Toruń)
    #21 Tomasz Gielo (1993, 2.05, A, Iberostar Tenerife - SPA)
    #33 Karol Gruszecki (1989, 1.96, G, Polski Cukier Toruń)
    #34 Adam Hrycaniuk (1984, 2.06, C, Stelmet Enea BC Zielona Góra)
    #10 Łukasz Kolenda (1999, 1.90, P, Trefl Sopot)
    #15 Kamil Łączyński (1989, 1.83, P, Anwil Włocławek)
    #9 Mateusz Ponitka (1993, 1.97, G, Lokomotiw Kubań Krasnodar - RUS)
    #6 AJ Slaughter (1987, 1.91, P, ASVEL Lyon-Villeurbanne - FRA)
    #3 Michał Sokołowski (1992, 1.96, A, Stelmet Enea BC Zielona Góra)
    #12 Adam Waczyński (1989, 1.95, A, Unicaja Malaga - SPA)
    #32 Mikołaj Witliński (1995, 2.07, A, Arka Gdynia)
    #7 Krzysztof Sulima (1990, 2.04, A/C, Polski Cukier Toruń)
    Capo Allenatore: Mike Taylor
    Assistenti: Wojciech Kaminski, Krzysztof Szablowski

  5. STAFF

    Capo Delegazione: Giovanni Petrucci
    Commissario Tecnico: Meo Sacchetti
    Assistenti: Lele Molin, Massimo Maffezzoli, Paolo Conti
    Preparatore Fisico: Matteo Panichi
    Ortopedico: Raffaele Cortina
    Medico: Sandro Senzameno
    Fisioterapisti: Roberto Oggioni, Francesco Ciallella
    Team Director: Roberto Brunamonti
    Team Manager: Massimo Valle
    Addetto Stampa: Francesco D’Aniello
    Videomaker: Marco Cremonini
    Addetto ai Materiali: Curzio Garofoli

  6. IL PROGRAMMA

    Sabato 15 settembre
    Ore 14.00 – Trasferimento a Debrecen (Ungheria)
    Ore 19.00/20.30 – Allenamento

    Domenica 16 settembre
    Ore 18.30/20.00 – Allenamento

    Lunedì 17 settembre
    Ore 11.00/12.00 – Allenamento
    Ungheria-Italia (Fonix Hall, ore 18.00, diretta Sky Sport HD)
    Lituania-Paesi Bassi
    Polonia-Croazia

    Martedì 18 settembre
    Rientro in Italia e fine raduno

  7. FIBA WORLD CUP 2019 QUALIFIERS

    La classifica iniziale del gruppo J

    Lituania 12 punti*
    Italia 10
    Polonia 9
    Ungheria 9
    Paesi Bassi 9
    Croazia 9


    *FIBA assegna due punti per la vittoria e uno per la sconfitta

    Il calendario del gruppo J

    Venerdì 14 settembre
    14 settembre 2018
    Italia-Polonia 101-82
    Croazia-Lituania 83-84
    Paesi Bassi-Ungheria 59-74

    17 settembre 2018
    Ungheria-Italia
    Lituania-Paesi Bassi
    Polonia-Croazia

    29 novembre 2018
    Italia-Lituania
    Paesi Bassi-Polonia
    Croazia-Ungheria

    2 dicembre 2018
    Polonia-Italia
    Lituania-Croazia
    Ungheria-Paesi Bassi

    22 febbraio 2019
    Italia-Ungheria
    Paesi Bassi-Lituania
    Croazia-Polonia

    25 febbraio 2019
    Lituania-Italia
    Polonia-Paesi Bassi
    Ungheria-Croazia

La formula delle qualificazioni

Otto gruppi da quattro squadre con la formula del girone all’italiana. Le migliori tre squadre di ogni gruppo si qualificano alla seconda fase, dove verranno inserite in quattro gironi da sei squadre. Le prime tre qualificate di ogni gruppo staccheranno il pass per il Mondiale 2019 (31 agosto/15 settembre). Nella seconda fase non potranno affrontarsi nuovamente le squadre che nella prima fase facevano parte dello stesso girone.


Fonte: Ufficio Stampa Fip (www.fip.it)

About The Author

Related posts