22 ottobre, 2017

EuroBasket 2017, Lituania bestia nera dell’Italia agli Europei

EuroBasket 2017, Lituania bestia nera dell’Italia agli Europei

Eurobasket 2017, conosciamo le sfidanti dell’Italia. Sul sito della Fip a cura dell’Ufficio Stampa si parte con la Lituania che il 3 settembre sfideremo per l’ennesima volta (la nona) in un Europeo, la Lituania e in questa competizione non li abbiamo mai battuti. Ecco in sintesi allora chi sono i nostri avversari.

La storia

Italia-Lituania, la storia infinita. I cammini degli Azzurri e dei baltici si incrociano piuttosto spesso in questi ultimi anni e di solito non sono buone notizie per la Nazionale. Il dato più evidente è lo 0-8 nelle gare giocate in una fase finale di un Campionato Europeo. Alcune recentissime come il quarto di finale a Lille nel 2015 chiuso con un amarissimo supplementare 85-95 o il quarto di Lubiana nel 2013, finito 77-81. Altre risalgono agli albori, come la sfida del 1939 a Kaunas (48-15) e il doppio confronto del 1937 a Riga. Allora le due squadre si incontrarono nella gara d’esordio (20-22) e poi nella finalissima (23-24 e Oro ai baltici). Lituani implacabili con noi anche nell’anno dell’Oro a Parigi 1999: 74-62 con 25 punti di Sabonis.

Nel 2007 in Spagna ci condannarono i 22 di Kaukenas (74-79) mentre ad Atene nel 1995 Marciulonis ne fece ben 32 (69-80).
In compenso gli unici due confronti ai Giochi Olimpici sono a nostro favore: 100-91 ad Atene e 50-48 (si, proprio così) a Sydney nel 2000. Pari (1-1) il conto ai Mondiali: 76-71 nel ’98 e 68-71 nel 2006.

In totale 28 gare giocate dal 1937 con 10 vittorie e 18 sconfitte.

Tantissimi i lituani che hanno giocato nel nostro campionato, in parte facendone la storia: i gemelli Lavrinovic, Kaukenas, Kalnietis, Maciulis, Kleiza, Kavaliauskas, Jasaitis, Petravicius, Siskauskas, Zukauskas, Stombergas e parecchi altri.

La stella

Finiti i tempi di Sabonis (ora presidente della Federbasket lituana) ma anche quelli dei Lavrinovic e Kaukenas, la stella della squadra è Jonas Valanciunas, centro di 211 cm in forza ai Toronto Raptors in NBA. Cresciuto nelle giovanili del Lietuvos Rytas, ha giocato poi con il Perlas Vilnius e nello stesso Lietuvos prima di firmare, nel 2012, nella lega più importante del mondo. Nel 2011 impressionò tutti venendo nominato MVP del Mondiale Under 19 vinto proprio dalla Lituania in finale contro la Serbia di Bogdan Bogdanovic.

L’allenatore

Subentrato a Kazlauskas dopo i Giochi di Rio 2016, il 42enne Dainius Adomaitis ha chiuso la sua carriera da giocatore nel 2009 (Barons Riga) per iniziarla immediatamente come allenatore in Polonia prima da vice e poi da capo al Czarni Slupsk. Esclusa la parentesi polacca, Adomatis ha allenato solo in patria (Lietuvos Rytas, anche come vice, Juventus Utena e Neptunas Klaipeda). Da giocatore ha vestito con onore la maglia della sua Nazionale centrando il Bronzo ai Giochi di Sydney nel 2000. Diversi titoli anche con i club: una coppa campioni nel 1999, una Saporta nel 1998 e tre campionati con lo Zalgiris Kaunas (in panca Kazlauskas), una coppa di Francia col Gravelines nel 2005 e una Fiba EuroCup con i Barons di Riga nel 2008. Qualcuno lo ricorderà anche con la maglia di Montecatini nel 1999 (solo 14 presenze).

La curiosità

Fino a poco tempo fa l’Albo d’Oro della nostra Federazione e quello della FIBA riportavano la vittoria della Lituania sull’Italia all’Europeo 1939 col risultato di 41-27 per i baltici. Ebbene un giornalista lituano, Arunas Petraitis, ci ha segnalato con tanto di ritagli di giornale dell’epoca, che la gara finì in realtà 48-15.

Fonte: Ufficio Stampa Fip – Federazione Italiana Pallacanestro (www.fip.it)

About The Author

Related posts