20 gennaio, 2018

Imola vince il derby ed è matematicamente salva

Imola vince il derby ed è matematicamente salva
Photo Credit To isolapress / www.andreacosta.it

Davanti ad un pubblico interamente imolese – alla luce del divieto di trasferta imposto dalla Questura ai tifosi forlivesi – Imola chiude una rimonta prodigiosa che vale il 2-0 nel derby contro Forlì e, soprattutto, una meritata salvezza matematica con un turno di anticipo sulla fine della stagione regolare.

E’ Amoroso a segnare i primi due punti sul tabellone; Capitan Maggioli è reattivo e si iscrive alla partita segnando due triple consecutive che infiammano il PalaRuggi e accendono subito il derby. Forlì si affida al suo cannoniere, Johnson, che porta gli ospiti a -3 al 7′, sul 15-12. L’americano è però particolarmente ispirato, e con una tripla suggella il 20-24 Forlì della fine del primo quarto.

L’Andrea Costa accusa il colpo ed in un amen, sulla tripla di Pierich, si trova sotto di 9, sul22-31 al 13′. I biancorossi provano a recuperare lo svantaggio ma il divario si mantiene intatto. Si va all’intervallo sul punteggio di 30-37 per gli ospiti.

Al rientro dagli spogliatoi si riparte con il tiro libero di Maggioli e la rimessa a favore di Imola, a causa del tecnico fischiato al Coach forlivese Valli a fine del secondo quarto. Rogic accorcia ancora (33-37), ma Amoroso e ancora Johnson segnano canestri pesanti, per il 35-45 del 23′, preambolo al 51-61 del 30′.

Con le spalle al muro, l’Andrea Costa tira fuori tutta la propria voglia di vincere. Tassinari ed Hassan segnano dalla distanza per 58-61 del 33′ ed il 63-66 del 35′, preludio al pareggio targato Ranuzzi a quota 69.

Castelli tiene avanti Forlì, ma Imola replica con le triple consecutive di Ranuzzi e poi di Maggioli, che a 40″ dalla fine fa letteralmente esplodere il RUggi (75-71). Johnson tiene in vita Forlì (75-73 dalla lunetta), L’Andrea Costa non trova il canestro in attacco ma Rogic é lesto a rubar palla e a subire il fallo che gli permette di rimettere due possesso di distanza tra le squadre (77-73). Forlì si aggrappa al fallo sistematico, ma le mani dei giocatori imolesi non tremano, e quando Cohn sigla il 78-75 che non lascia più tempo di rimettere palla in campo agli ospiti, il popolo biancorosso può festeggiare la vittoria nel derby e la salvezza matematica.

Andrea Costa Imola-Unieuro Forlì 78-75
Parziali: 1/4 20-24 (20-24) – 2/4 10-13 (30-37) – 3/4 21-24 (51-61) – 4/4 27-14 (78-75)
Andrea Costa Imola: Cohn (18); Hassan (7); Ranuzzi (11); Maggioli (18); Paci (2); Tassinari (8); Preti (n.e.); Cai (n.e.); Rogic (12); Dri (2). All. Ticchi.
Unieuro Forlì: Johnson (24); O. Adegboye (14); Bonacini (10); Castelli (5); Amoroso (10); Rotondo (2); Ferri (2); Pierich (6); Paolin (2); Ravaioli (n.e.); Del Zozzo (n.e.); Thiam (n.e.). All. Valli.
Tiri dal campo: Imola 17/27 da due (63%) – 10/23 da tre (43%), Forlì 22/33 da due (67%) – 7/26 da tre (27%).
Tiri liberi: Imola 14/17 (82%), Forlì 10/15 (67%).
Rimbalzi: Imola 26 (5 off.), Forlì 29 (10 off.).
Assist: Imola 11, Forlì 13.
Palle recuperate: Imola 4, Forlì 10.
Palle perse: Imola 19, Forlì 16.
Falli subiti: Imola 23, Forlì 21.
Arbitri: Moretti, Salustri, Di Toro.

Fonte: Sofia Conti Area Comunicazione & Marketing (www.andreacosta.it)

About The Author

Related posts