20 luglio, 2018

Serie A2 Final Eight 2018, sette curiosità da sapere

Serie A2 Final Eight 2018, sette curiosità da sapere

CONFERME PER DUE
Rispetto alla passata stagione hanno confermato la loro presenza solo Pallacanestro Biella (finalista a Bologna) ed Alma Trieste (semifinalista). Casale era stata semifinalista nel 2016, edizione cui aveva preso parte anche Ravenna. Alla prima presenza assoluta Udine, Trapani, Fortitudo Bologna e Tortona, che peraltro vanta una presenza alla fase finale di Serie B nel 2014.

EST-OVEST
L’incrocio tra i due gironi è iniziato nel 2016, quando le squadre dell’Ovest vinsero 5 delle 7 sfide, con Scafati poi campione. L’unica a vincere partite in rappresentanza dell’Est fu Mantova (su Agrigento e Agropoli), prima di cadere in finale. Lo scorso anno situazione ribaltata. 5 vittorie dell’Est ed appena 2 per l’Ovest, di Biella (su Mantova e Treviso). Per poi perdere di uno la finale con la Virtus Bologna. Bilancio complessivo Est-Ovest: 7-7.

CHI L’HA GIA VINTA
Tra i giocatori, Rosselli (V. Bologna, 2017). Loschi (Scafati, 2016), Gandini (Verona, 2015), Raspino e Chillo (Biella, 2014). Anche Simone Berti, presente stavolta alla Coppa Italia di Serie B con la Fiorentina, faceva parte del roster vincente di Biella nel 2014.

MALEDIZIONE SMENTITA
Lo scorso anno la Virtus Bologna ha fatto crollare l’abbinata “…se vinci la Coppa Italia non sali in Serie A”. In precedenza, una volta la finalista era stata promossa, Trento nel 2014. Mentre, da quattro stagioni, le promosse in A sono sempre state presenti alla fase finale di Coppa Italia: detto di Trento (ma anche Capo d’Orlando, che partecipò nel 2014, fu finalista e poi ripescata), è successo a nel 2015 a Torino (che uscì in semifinale), nel 2016 a Brescia (fuori nei quarti) per poi arrivare alla doppietta della Segafredo nel 2017.

STORIE DI ALLENATORI
Carrea è stato finalista lo scorso anno con Biella; Dalmasson semifinalista sempre nel 2017; Ramondino semifinalista nel 2016; Martino guidò Ravenna nel primo turno della Final Six 2015; Boniciolli, Lardo, Pansa e Ducarello sono debuttanti. Questo limitandoci alle quattro edizioni dell’era LNP. Nel curriculum però Boniciolli vanta la vittoria con Avellino (in A, nel 2008) e Lardo con Rieti (in Legadue, 2007).

GANDINI, ROSSELLI E LOSCHI CI SONO
Sono solo tre i giocatori che, con quella di Jesi, raggiungono le tre edizioni della fase finale di Coppa Italia LNP. E tutti con tre squadre diverse. Guido Rosselli l’ha disputata nel 2015 con Torino (semifinale), nel 2017 con la Virtus Bologna (vincitore) ed ora con la Fortitudo. Come Luca Gandini, che ha i precedenti nel 2015 con Verona, anche lui vincendola, e poi l’anno successivo con Mantova, con cui arrivò in finale. E comunque lui all’epilogo c’è sempre arrivato. Infine Federico Loschi: quarti di finale con Brescia nel 2015, vincitore con Scafati nel 2016, ora ci riprova nel roster di Trieste.

PRESENZE LNP
In questa quinta edizione, raggiunge la terza presenza Biella, eguagliando Treviso ed Agrigento.Salgono a due Trieste, Casale Monferrato e Ravenna, come ne hanno totalizzate Torino, Brescia e Mantova. Debuttano a Jesi, in una fase finale di Coppa Italia LNP, Tortona, Udine, Fortitudo Bologna e Trapani; che si aggiungono a Capo d’Orlando, Ferrara, Trento, Ferentino, Verona, Scafati, Virtus Roma, Legnano e Virtus Bologna.


Fonte: Ufficio Stampa Lega Nazionale Pallacanestro (www.legapallacanestro.it)

About The Author

Related posts