11 dicembre, 2017

Nazionale A, a Cagliari l’Italia batte la Finlandia 75-70

Nazionale A, a Cagliari l’Italia batte la Finlandia 75-70

Al PalaPirastu di Cagliari, nella prima giornata del torneo “Sardegna a Canestro”, l’Italia ha sconfitto la Finlandia 75-70. Migliori marcatori degli Azzurri sono stati Marco Belinelli e Luigi Datome, entrambi con 14 punti. In doppia cifra anche Pietro Aradori con 12 punti e Nicolò Melli con 10.
Partita complicata per gli Azzurri, e che i finlandesi hanno condotto per tutto il primo tempo (34-38). Solo a fine terzo periodo, con la tripla di Aradori, l’Italia ha messo il naso davanti, per poi allungare sul massimo di +12 (71-59) a 4 minuti dall’ultima sirena.

Con i suoi 14 punti di stasera, Marco Belinelli ha superato Carlton Myers nella classifica dei migliori bomber, salendo al nono posto all time (1848). Nel mirino ora Massimo Masini (1862/179) e Gregor Fucka (1902/162). Con questa gara, Beli ha inoltre raggiunto Vittorio Ferracini e Flavio Carera a 128 presenze con la maglia Azzurra.

Dopo l’amichevole disputata mercoledì scorso, l’Italia ha così bissato il successo sui finlandesi, e ora il saldo in favore degli Azzurri è salito a 22 vittorie e 2 sconfitte. La squadra di coach Dettmann tornerà in campo domani, 12 agosto, nella seconda giornata del torneo cagliaritano, quando affronterà la Turchia.

Entrambe le formazioni ospiteranno la fase a gironi di EuroBasket 2017. A Helsinki si disputerà il Girone A (Finlandia, Francia, Grecia, Polonia, Islanda e Slovenia). A Istanbul il Girone D (Turchia, Gran Bretagna, Russia, Serbia, Lettonia e Belgio). In Turchia anche le fasi finali della manifestazione continentale.

Oggi l’Italia, in cui è tornato a disposizione dopo l’infortunio al gomito capitan Datome, ha schierato un roster di 14 giocatori. Sugli spalti Diego Flaccadori, Simone Fontecchio e Luca Vitali.

Ettore Messina

Anche stasera una partita molto dura. Abbiamo cominciato male, anche perché era scontato che la Finlandia avrebbe giocato con maggiore aggressività. Questo ci è costato palloni persi, poco ritmo in attacco e in transizione difensiva. Poi abbiamo sistemato la partita con l’impegno di tutti, l’energia dalla panchina e una migliore circolazione di palla. Né più né meno di quello che ci aspettavamo“.

La cronaca

Alla palla a 2 coach Messina schiera il quintetto con il rientrante Datome insieme ad Hackett, Belinelli, Melli e Cervi. I primi canestri sono dei finlandesi, che con Markkanen e Huff si portano avanti 7-2. Datome e Melli destano gli Azzurri, poi è la tripla di Belinelli a riavvicinare l’Italia sul -1 (9-10). Nonostante i 4 punti consecutivi di Pascolo e la tripla di Aradori, Rannikko ci tiene a distanza, e la bomba di Nuutinen vale il massimo vantaggio finnico per il 18-25 di fine prime quarto.
Più fluida la manovra Azzurra in avvio del secondo quarto. Dall’arco Datome e Belinelli (per il n.3 sono questi i punti che lo proiettano al nono posto dei migliori marcatori Azzurri di tutti i tempi) ricuciono sul 24-25. Ancora una volta però, la squadra di Dettmann non si fa sorprendere e rimette margine a 5’ dall’intervallo lungo (24-30). Distanze pressoché invariate a due giri d’orologio dalla fine del secondo quarto. Cervi e Melli lottano nel pitturato con buoni risultati ma dal perimetro il ferro, in questo momento, non ci dà una mano. Due triple chiudono la prima parte di gara, prima quella di Datome (34-35), poi quella di Markkanen che fissa il punteggio sul (34-38) proprio sulla sirena.

La bomba di Belinelli dall’angolo apre il terzo periodo (37-38), quella di Datome vale il 40-40. Ma anche in questa fase la Finlandia non cede il passo (42-48 al minuto 25). Baldi Rossi è ispirato negli ultimi minuti del quarto, 5 punti di fila e nuovo pareggio a quota 50. A un minuto dalla fine del quarto, finalmente arriva il sorpasso Azzurro. Dopo 28’ ad inseguire, seppur sempre con minimo scarto, l’Italia passa a condurre con la tripla di Aradori, la schiacciata di Abass e, sulla sirena, la bomba di Filloy (58-54).
Avvio sprint di Aradori nell’ultimo periodo. Sono suoi 6 degli 8 punti che allungano le distanze nei primi tre minuti del quarto, in cui la Finlandia perde smalto in attacco e certezze in difesa (64-56). La schiacciata di Biligha ha un effetto tonico per gli Azzurri e uno collaterale che demoralizza i finnici, ora senza più quel predominio a rimbalzo che li aveva aiutati non poco per tutta la prima parte di gara.
Nel finale gli Azzurri allungano sulla doppia cifra (Filloy per il 71-59). Negli ultimi minuti non rischiamo più, finisce 75-70. Quarta vittoria dell’Estate 2017 dell’Italia, seconda di fila contro la Finlandia.

Italia-Finlandia 75-70
(18-25, 34-38, 58-54)
Italia: Della Valle 1 (0/1, 0/1), Hackett 1 (0/3), Belinelli 14 (1/5, 4/6), Aradori 12 (1/1, 3/3), Filloy 7 (2/3, 1/4), Biligha 2 (1/4), Melli 10 (3/5, 1/4), Pascolo 4 (2/3, 0/1), Cervi 3 (1/2), Cinciarini (0/1), Abass 2 (1/2, 0/2), Baldi Rossi 5 (1/1, 1/3), Burns (0/1), Datome 14 (1/4, 4/7). All. Messina.
Tiri Liberi: 5/11 – Rimbalzi: 30 22+8 (Melli 6) – Assist: 25 (Hackett, Melli, Pascolo, Datome 4)
Finlandia: Koivisto 7 (2/2, 1/2), Murphy A. 6 (2/5), Huff 6 (2/4 da tre), Lee 9 (4/5), Salin 5 (1/2, 1/3), Kotti (0/2), Nuutinen 3 (0/1, 1/2), Rannikko 8 (2/3, 0/3), Nikkarinen, Markkanen 19 (3/6, 1/1), Wilson 2 (0/2, 0/1), Murphy E. 5 (1/3, 1/3). N.E.: Lindbom, Caven. All. Deetman
Tiri Liberi: 19/22 – Rimbalzi: 39 32+7 (Markkanen 7) – Assist: 19 (Rannikko 7)
Arbitri: Sabetta, Paternicò, Seghetti.
Spettatori: 2.000.

Fonte: Ufficio Stampa Fip (www.fip.it)

About The Author

Related posts