25 Giugno, 2019

37. Playground G.M., l’alfabeto del torneo. Arrivederci alla prossima estate

37. Playground G.M., l’alfabeto del torneo. Arrivederci alla prossima estate

Il 37° “Isokinetic Playground dei Giardini Margherita” si è concluso giovedì sera e ridà l’arrivederci alla prossima estate, salutando atleti, allenatori, organizzatori e spettatori con il consueto alfabeto del torneo.

A come Aspettative, rispettate, senza alcun dubbio.
B come Bava, quella cascata dalle bocche dei giocatori nello spettacolo di “Pole Dance” all’intervallo della finalissima.
C come Couponlus, campioni di beneficenza con il loro sostegno per San Severino Marche.
D come Danza della pioggia, ha funzionato bene, può essere perfezionata.
E come EmilBanca, il secondo Playground femminile se lo aggiudica Matteiplast.
F come Folli Lorenzo, miglior giovane, classe 2000, protagonista con Paddle Downtown.
G come Giornata Tipo, quella di Simone Motola è già storia!
H come Hackett, pronto ad ospitare i ragazzi di Fresk’O, all’Elev8 di Pesaro.
I come Isokinetic, main sponsor della 37esima edizione del Playground.
J come “jella”, Poluzzi e Ranuzzi l’avevano tirata, Orplast nuovamente fuori in semifinale.
K come Kaffeina Koy’s,  finalisti dopo il 2016, questa volta si beccano l’argento.
L come Lolli, Matteo e Paolo, abbonati ufficiali del Playgorund, a loro modo.
M come Matteiplast Cus Bologna, protagonista assoluta del torneo.
N come Nanetti, sicuro dei suoi ragazzi si assenta nei gironi, torna per la fase ad eliminazione, ma perde la finale (e la briscola decisiva per la panchina).
O come Osteire, Mulino Bruciato e al 15, rimaste a bocca asciutta.
P come Pederzini, MVP della competizione, il prof dei “cussini”.
Q come Qualificazione, la prima, storica, ai quarti per lo Chalet Giardini Margherita.
R come Rae Lin D’Alie, “la nana più alta del mondo!” delle ragazze Matteiplast. Campionessa!
S come Stampelle, grandi protagoniste della finale con i due coach infortunati
T come Tassinari, “paura e delirio a Bologna”, che spettacolo!
U come “Uno di noi!”, la Fossa omaggia NazBuzz.
V come Valerio Cucci, ha fatto di tutto per giocare la finale, anima e cuore dei Koy’s.
W come Walter Bussolari, voce storica, coinvolgente e divertente dei Gardens.
X come XXL, la taglia minima della Cotoletta Bologna nelle cene post partita.
Z come Zanzare, avrebbero riempito un’altra tribuna.

Classifica finale

1) Matteiplast Cus Bologna
2) Kaffeina Koy’s
3) Mercanzie Squad
3) Orplast AT Imballaggi
5) Fresk’O
5) #sempreminors
5) Chalet dei Giardini Margherita
5) Mulino Bruciato CSI
15) Paddle Downown
15) Couponlus
15) Art.Bo.
15) Ciaccio Casa
15) Jus Banca Interprovinciale
15) Osteria al 15
15) S.G. Fortitudo Giocare Insieme

MVP del Torneo

Riccardo Pederzini – Matteiplast Cus Bologna

Miglior Marcatore

Andrea Tassinari -Fresk’O (99 punti)

Miglior Giovane

Lorenzo Folli – Paddle Downtown (classe 2000)

Most Improved Player

Nicolò Bonetti – Chalet dei Giardini Margherita

Premio Fairplay

Couponlus


Fonte: Simone Motola (www.simonemotola.com)

About The Author

Related posts