18 Luglio, 2019

La Virtus non completa la rincorsa. Vince il Besiktas

La Virtus non completa la rincorsa. Vince il Besiktas
Photo Credit To Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Nevica a Bologna, ma il gelo a lungo permane anche all’interno del PalaDozza, la Virtus è sotto più volte fino a 22, in un primo tempo degli orrori e solo 24 punti a referto. Ci prova nel secondo tempo, con tanta foga e non tanta precisione, non ci riesce anche se arriva a -1 e ha il tiro della vittoria, sbagliato in totale solitudine da Punter.

A lungo impresentabile, con nemesi finale in una partita dove è successo di tutto, Virtus condizionata da un tiro dall’arco che ha visto rigettati i primi 17 tentativi, permettendo alla difesa ospite di chiudere, questo ha ulteriormente confuso le già poche idee di partenza.

Sconfitta che non pregiudica il raggiungimento del primo posto, tutto sommato lascia sì l’amaro in bocca ma dopo una rimonta tale non avrà scorie negative nelle teste, anche se oggi qualche giocatore esce male dalla partita, Aradori da zero assoluto e Kravic appena messo e richiamato molto presto, come Moreira, pure lui dopo la prima non brillante apparizione non ha avuto la possibilità di rifarsi.

Come anticipato da Sacripanti, in coppa spazio fin da subito a Qvale, per il resto tutto come al solito, Ivanovic si affida a Pressey in play ed alla coppia ex Italia Rich-Buva, lasciando di rincorsa il lungo Benzing, che all’andata fece male ai bianconeri. Rich è caldo e guida i suoi al vantaggio costringendo ben presto a inserire Martin per Punter, +8 al 6’ e Virtus già alla sospensione subendo un perentorio 8/11. Benzing bombarda e il divario si dilata a 12, la difesa inizia a stringere e il divario si dimezza. Si chiude a -8 con un rabbrividente 0/7 dall’arco, mentre il Besiktas ha 4/6, molta della differenza è scritta lì.

Non si segna mai, per quanto la difesa regga recuperare è impossibile, il primo cesto arriva dopo 4’ col divario di nuovo in doppia cifra. Quando anche la difesa inizia a far acqua si sprofonda, -18 al 17’ con soli 2 punti a segno. Il finale è ancora peggiore, si fatica ad arrivare al tiro, pure presi male, lasciando campo ai turchi che banchettano senza neppure faticare con già 3 uomini in doppia cifra. Ma il male vero è il disastro al tiro, non si arriva al 30% con un indescrivibile 0/13 dall’arco (contro un 7/10), impattare a rimbalzo e perdere solo 5 palloni vuol dire poco in un -22 interno con soli 24 punti a referto. Nulla da salvare, giusto l’impegno di Martin e Qvale.

C’è più energia in un quintetto con Martin da 4, la mira è ancora scarsa ma la difesa punge e regala qualche azione facile, in 4’ è -13 con Besiktas già in bonus. La rimonta si ferma sul -10, una tripla di Gibson rompe l’incantesimo e la difesa non è più ermetica, anche per l’uscita di Martin e Pajola, eroi difensivi per lunga parte della frazione. Rich riprende a segnare e in un attimo è -16, con quel 0/17 da 3 che pesa come un macigno.

Dopo 32’ arriva la prima tripla, di M’Baye per il -15, ma anche un tecnico a Martin che lo accomoda a riposare pur costando nulla. 6 a fila di Punter danno una piccola speranza, il -8 di Taylor con quasi 4’ da giocare costringe Ivanovic a fermare il gioco perché c’è ancora vita per la Virtus. Il -6 è respinto subito da Pressey, un cesto che spezza le gambe e la rimonta, ma un 5-0 di Punter tiene ancora lì. Taylor firma il -4 e subito dopo il -1, Rich sbaglia e la Virtus ha la palla della vittoria, tutto libero Punter ci pensa e ripensa e sbaglia, tempo finito sconfitta finale, con pure parapiglia tra giocatori nel “terzo” tempo a metà campo.

Prossima partita di BCL sarà a Strasburgo martedì 29 gennaio ore 20:30, diretta su Eurosport Player.

Segafredo Virtus Bologna-Besiktas Sompo Japan 70-71
Parziali: 1/4 18-26 (18-26) – 2/4 6-20 (24-46) – 3/4 20-14 (44-60) – 4/4 26-11
Segafredo Virtus Bologna: Punter 17, Martin 12, Moreira, Pajola, Taylor 16, Baldi Rossi, Cappelletti, Kravic, Aradori 1, Berti n.e. M’Baye 11, Qvale 13. All. Sacripanti.
Besiktas Sompo Japan: Pressey 17, Veyseloglu 4, Al n.e. Taskiran n.e. Benzing 12, Cantekin 2, Yldizli 1, Gibson 12, Mutaf n.e. Sipahi, Buva 9, Rich 18. All. Ivanovic.


Luca Cocchi

About The Author

Related posts