22 Maggio, 2019

Virtus, il preview del match contro la Medi Bayreuth

Virtus, il preview del match contro la Medi Bayreuth
Photo Credit To Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

A sole quarantotto ore di distanza dalla seconda sconfitta casalinga contro Cremona per 66-84, Taylor, Punter e soci saranno chiamati ad affrontare i tedeschi del Medi Bayreuth, squadra che ha disputato la Champions League anche la passata stagione piazzandosi al quarto posto.

Città della Baviera e capoluogo dell’Alta Franconia, Bayreuth è incastonata tra il Giura e la Foresta di Franconia ed è attraversata dal fiume Meno Rosso. Universalmente è nota per il celebre festival musicale ​Festspielhaus e per il teatro voluto da Richard Wagner che lo inaugurò nell’agosto del 1876 portando in scena per la prima volta il ciclo integrale de L’anello del Nibelungo.​

Ma lasciamo da parte le curiosità geografico-culturali e ritorniamo a parlare di palla a spicchi…
A differenza dei bianconeri, finora imbattuti e saldamente al comando della classifica del gruppo D, il Medi Bayreuth ha rimediato tre sconfitte su tre partite disputate e si trova in ultima posizione a pari punti con l’Olimpija Lubiana. Il quintetto a disposizione del coach austriaco Raoul Korner è composto dallo sloveno Gregor Hrovat, dagli americani Adonis Thomas, Hassan Martin, De’Mon Brooks e David Stockton – figlio del Basketball Hall of Famer John Stockton, bandiera degli Utah Jazz dal 1984 al 2003 – arrivato in Germania in questa stagione dopo l’esperienza NBA negli Utah Jazz (tra le squadre interessate al giovane playmaker anche la The Flexx Pistoia e la Scandone Avellino).

Sulla carta il Medi Bayreuth si presenta come un avversario tutt’altro che ostico da affrontare anche per una Virtus momentaneamente priva del suo centro titolare Qvale e prodottasi in una fiacca e confusa performance al Paladozza contro Cremona. Se il match dovesse prendere una piega simile a quello della settimana scorsa contro l’Olimpija, allora avremo nuovamente la possibilità di vedere sul parquet alcuni quintetti “sperimentali” che daranno l’occasione ai giovani Cappelletti, Berti e Camara di apportare il loro contributo alla causa e a coach Sacripanti di far rifiatare Taylor e Punter, entrambi decisamente sottotono contro la Vanoli, in vista della difficile trasferta di domenica al Taliercio contro la capolista Umana Reyer Venezia.

Chiara Bugamelli

About The Author

Related posts