25 Giugno, 2019

Virtus, il preview del match contro l’Happy Casa Brindisi

Virtus, il preview del match contro l’Happy Casa Brindisi
Photo Credit To Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Nel mezzo di una settimana senza basket giocato ma pieno di basket parlato, la Virtus approccia la prima delle 5 gare 5 da vincere senza se e senza ma se vuole prolungare il campionato nei playoff.

Ma prima d’entrare nella pratica Brindisi vanno annoverati il sorteggio delle F4 di BCL e il lungo dibattere con intervento societario per la notte milanese di una buona parte degli strangers.

Dall’urna europea è uscito il Brose Bamberg, delle 4 la più talentuosa ma pure la meno continua, pratica che sarà da espletare venerdì 3 maggio ore 18:30 in quel di Anversa.

Per quanto riguarda i fatti “musicali” della scorsa domenica notte si vedrà la piega che prenderanno i provvedimenti societari verso i 5 atleti coinvolti, che a dire il vero non hanno fatto nulla di trasgressivo od eccessivo in quel frangente.

Venendo alla partita, sotto con Brindisi, squadra rivelazione del campionato, seduta sul gradino solitario del 4° posto in classifica reggendo pure tra infortuni e roster corto.

L’Happycasa continua a vivere un’annata magica, la formazione di coach Vitucci è da mesi senza il play di ruolo, Clark, ha dovuto rinunciare alla guardia Walker, cambio tattico ma pure lui fuori per la stagione, facendo tesoro dell’ennesima stagione coi fiocchi di Banks e trovando oro colato da un Moraschini al suo massimo in carriera, rendimento che gli ha permesso di approdare con giusto merito alla nazionale.

Il pivot bonsai Brown e il tuttofare Chappell gli altri insostituibili, per una magia che continua a negare la stanchezza. I pugliesi vantano una delle migliori difese viste fin qui, alla quale contrappongo un attacco scarno frutto anche di molte palle perse (giocano da oltre metà stagione senza play di ruolo) e di ritmi lenti, molto bravi nei finali tirati dove eccellono Banks e Chappell.

Per la Virtus sarà essenzialmente questione di testa e di difesa, l’energia fanatica mostrata con Nanterre non può mancare, senza quella si è già visto come l’attacco fatichi e si vince solo svellendo quello avversario, altrimenti si affonda.

In campionato dovranno accomodarsi in tribuna 2 stranieri, scelta che probabilmente ricadrà su quelli del gruppo dei discotecari, nella speranza che coach Đorđević, che mai ha detto qualcosa sulla questione, sappia ricondurre in positivo la vicenda nello spogliatoio, distinguendo tra quello che avviene in campo e quello fuori, in una serata nobilitata dalla presenza di uno dei califfi storici della storia Virtus, Michael Ray Sugar Richardson, mago assoluto pure nel coniugare entrambi gli aspetti.

La partita sarà trasmessa in diretta domenica ore 20:45 su Rai Sport e Eurosport Player.

Luca Cocchi

About The Author

Related posts