24 ottobre, 2017

Capo D’Orlando-Virtus il pre partita

Capo D’Orlando-Virtus il pre partita
Photo Credit To Serra / Virtus Pallacanestro

Autentico crocevia in arrivo per la stagione della Virtus Bologna, la trasferta in programma lunedì sera in quel di Capo D’Orlando dirá tantissimo in merito al discorso salvezza: i siciliani si trovano due lunghezze dietro i bianconeri in classifica, dalla loro però hanno il prezioso successo ottenuto alla Unipol Arena nel match d’andata, quando gli uomini dell’allora allenatore Griccioli si imposero per 64-76.
Non sará quindi facile vincere con 12 o più punti di scarto, il primo obiettivo, comunque, è tornare dalla trasferta con i 2 punti in cascina, anche alla luce della prossima gara che attende la Virtus, impegnata tra le mura amiche in un altro delicato spareggio salvezza, questa volta contro Pesaro: nella migliore delle ipotesi i bianconeri potrebbero infatti ritrovarsi, la prossima settimana, con 6 punti di vantaggio sul trio di squadre che attualmente occupano l’ultimo posto.
La Virtus in settimana ha finalmente potuto disporre della rosa al completo, in particolare ha ripreso ad allenarsi con il gruppo il capitano Allan Ray, fermo da tantissimo tempo: nonostante l’importanza del match, Giorgio Valli non pare intenzionato a rischiare il 31enne americano, mantenendo quindi inalterata l’ossatura che ha contribuito al palpitante successo su Brindisi, con Fells ed Hasbrouck come esterni americani.
I padroni di casa si presentano alla gara con un nuovo acquisto, la point guard Ryan Boatright, 23enne americano proveniente dai Grand Rapids Drive, compagine militante nella Nba D-League, secondo acquisto di Gennaio dopo quello di Keaton Nankivil, centro americano firmato due settimane fa dall’Orlandina.
Piccola curiositá: la Virtus ha ottenuto l’ultimo successo in trasferta quasi un anno fa, il 1 Febbraio 2015, con gli uomini di Valli capaci di passare per 63-72 proprio sul campo di Capo D’Orlando: da allora striscia aperta di 17 sconfitte consecutive lontani dalle mura amiche, il raggiungimento della salvezza passa anche dai colpi esterni.

di Riccardo Rimondi

About The Author

Related posts