19 novembre, 2017

#Derby 104, la Effe lotta ma la Virtus lo fa suo all’overtime

#Derby 104, la Effe lotta ma la Virtus lo fa suo all’overtime
Photo Credit To Roberto Serra / Iguana Press / Virtus Pallacanestro Bologna

Mancava da tempo la stracittadina bolognese per il #Derby104, e sia la Virtus che la Fortitudo hanno fatto di tutto per onorare il tempo perduto regalando ai tifosi una partita combattuta dove l’hanno fatta da padrona ritmi elevati e un’altissima intensità difensiva che ha portato il match all’overtime.

Comunque chi si aspettava una partita dove una delle due realtà prevalesse sull’altra è rimasto sicuramente deluso, perchè il match è sempre stato vivo e vissuto con un margine di massimo due-tre possessi di distanza e, nel momento in cui una delle due squadre poteva avere l’inerzia del match, l’avversaria trovava sempre il modo di ricucire il piccolo strappo rimettendo in gioco il tutto.

Alla fine Vince di 1 punto la Segafredo, dopo aver riagganciato l’overtime al termine di un match equilibrato dove per i bianconeri Spissu si è caricato sulle spalle la squadra in momenti delicati e Umeh ha fatto uguale nella parte finale della partita, Rosselli e Lawson hanno disputato una partita di sostanza così come Spizzichini, Michelori, Ndoja, Oxilia e Penna.

La Fortitudo è stata grande per larghi tratti della partita che non è riuscita a fare sua per un soffio, Matteo Montano è stato l’americano che mancava ai biancoblù, Ruzzier senza maschera ha fatto vedere tutto il suo repertorio cestistico, Italiano solido, Candi è il futuro ma anche Gandini, Knox, Mancinelli e Raucci.

La Effe non ha chiuso per ben due volte la partita e alla fine è stata punita, la prima con Nazzareno Italiano a quindici secondi dal termine del tempo regolamentare si infila in un’azione solitaria contro l’intera difesa bianconera e la seconda a 6″ dal termine quando Matteo Montano gestice male la palla che poteva regalare altre sorti alla Fortitudo.

Peccato per il tafferuglio finale creato da pochi tifosi che ha guastato un’atmosfera fin lì meravigliosa, merito di un pubblico partecipe e corretto da entrambe le parti.

Segafredo Virtus Bologna-Kontatto Fortitudo Bologna 87-86
Parziali: 1/4 10-11 (10-11) – 2/4 23-19 (33-30) – 3/4 22-29 (55-59) – 4/4 21-17 (76-76) – over 11-10 (87-86)
Segafredo Virtus Bologna: Lawson (14); Umeh (29); Spissu (20); Rosselli (12); Oxilia (4); Spizzichini (4); Michelori (2); Penna (2); Pajola (n.e.); Petrovic (n.e.); Ndoja (0). All. Ramagli.
Kontatto Fortitudo Bologna: Mancinelli (9); Candi (13); Knox (3); Nikolic (0); Raucci (2); Ruzzier (19); Montano (24); Italiano (16); Gandini (0); Campogrande (0); Di Poce (n.e.); Nikolic (0); Costanzelli (n.e.). All. Boniciolli.
Tiri dal campo: Virtus 17/38 da due (41%) – 9/27 da tre (33%), Fortitudo 14/33 da due (42%) – 14/35 da tre (40%).
Tiri liberi: Virtus 26/31 (84%), Fortitudo 16/19 (84%).
Rimbalzi: Virtus 45 (12 off.), Fortitudo 35 (7 off.).
Assist: Virtus 14, Fortitudo 13.
Palle recuperate: Virtus 7, Fortitudo 7.
Palle perse: Virtus 17, Fortitudo 18.
Falli subiti: Virtus 29, Fortitudo 21.
Arbitri: Ursi, Bartoli, Bongiorni.

About The Author

Related posts