23 settembre, 2018

Il pagellone Virtus

Il pagellone Virtus

Contavano i due punti e sono arrivati, questo l’obiettivo raggiunto dalla Virtus (voto 6) a Pesaro (foto Serra/Virtus Pallacanestro) al termine di una partita non certo brillante. Sono emersi ancora i problemi in attacco, altro pessimo 33% da due, figli anche di una circolazione di palla molto incerta (3 assist sono la peggior performance stagionale) con tanti palleggi e pochi passaggi. Di buono c’è l’impegno e la grinta che la squadra mette sempre in campo andando oltre i propri evidenti limiti tecnici.

WHITE 6,5
Statistiche difensive: 6 rimb. dif., 1 palla recuperata, 2 stoppate, 4 falli commessi
Voto difesa 6,5: Il problema è sempre quello della gestione dei falli che lo limitano a soli 25 minuti in campo. Nel primo tempo tiene a bada il talentuoso LaQuinton Ross nella sfida fra due dei rookie più interessanti del campionato in quel ruolo.
Statistiche offensive: 5/10 al tiro (1/1 da tre), 4/4 ai liberi, 2 rimb. off., 3 palle perse, 3 falli subiti
Voto attacco 7: Fa canestro in vari modi dimostrando di aver acquisito grande sicurezza grazie al lavoro quotidiano in palestra.

CUCCAROLO 6
Statistiche difensive: 1 rimb. dif., 3 falli commessi
Voto difesa 6,5: Al centro della zona è una presenza importante, tiene botta anche muovendo i piedi con insospettabile agilità.
Statistiche offensive: 0/3 al tiro, 2 rimb. off., 2 falli subiti
Voto attacco 5,5: Si presenta con 3 tiri in un minuto difficilmente comprensibili. Fortunatamente rientra presto nel suo spartito.

GADDY 5
Statistiche difensive: 5 rimb. dif., 3 falli commessi
Voto difesa 5,5: Gaines e Williams lo impegnano poco, ma non sembra proprio in partita mentalmente come quando spreca un fallo banalissimo sul giovane Basile.
Statistiche offensive: 0/3 al tiro (0/1 da tre), 1 rimb. off., 2 assist, 4 palle perse, 1 fallo subito.
Voto attacco 4,5: E’ entrato in una spirale involutiva molto preoccupante. Esitante, senza idee, non legge più la partita, fatica a tenere la palla in mano. Che succede Abdul?

IMBRO’ 6,5
Statistiche difensive: 4 rimb. dif., 1 fallo commesso
Voto difesa 6,5: Non ci sono tanti piedi veloci fra i pesaresi, quindi può tenere botta battendosi bene anche a rimbalzo.
Statistiche offensive: 2/4 da tre, 2 rimb. off., 1 palla persa
Voto attacco 7: Due triple fondamentali nel terzo quarto quando la Virtus era totalmente spaesata. Grande carattere su condizioni fisiche molto lontane dal top.

MAZZOLA 6
Statistiche difensive: 3 rimb. dif., 1 palla recuperata, 1 stoppata, 3 falli commessi
Voto difesa 6: Non si tira indietro quando c’è da fare a sportellate, riuscendo questa volta a stare lontano dai problemi di falli (29 minuti).
Statistiche offensive: 2/6 al tiro (1/2 da tre), 2/4 ai liberi, 2 rimb. off., 1 assist, 1 palla persa, 3 falli subiti
Voto attacco 6: L’1/4 da due è migliorabile anche come scelte, mette una tripla importante e comunque un mattoncino utile lo porta.

HAZELL 6
Statistiche difensive: 4 rimb. dif., 1 palla recuperata, 1 fallo commesso
Voto difesa 6: Tocca tanti palloni anche se lo scout gli assegna un solo recupero, è presente nonostante gli stenti nell’altra metà campo.
Statistiche offensive: 3/12 al tiro (0/5 da tre), 4/5 ai liberi, 1 rimb. off., 2 palle perse, 3 falli subiti
Voto attacco 6: Meglio quanto attacca il ferro piuttosto che sui tiri piazzati, la sua specialità. Due canestri che pesano nel quarto periodo, quando si era presentato con 1/10 al tiro.

GILCHRIST 5,5
Statistiche difensive: 2 rimb. dif., 1 palla recuperata, 2 falli commessi
Voto difesa 5,5: Vanifica il buon inizio offensivo con due falli banali nel primo quarto che lo mettono fuori partita.
Statistiche offensive: 3/7 al tiro, 2/2 ai liberi, 5 rimb. off., 1 palla recuperata, 1 fallo subito
Voto attacco 6-: Tante ricezioni all’inizio e anche 6 punti subito, grasso che cola rispetto alle abitudini. Lotta bene anche a rimbalzo, ma dura meno di un quarto e se alla fine è il quarto lungo come minutaggio (12′) un motivo ci sarà.

RAY 8
Statistiche difensive: 3 rimb. dif., 2 palle recuperate, 2 falli commessi
Voto difesa 6: Qualche distrazione che passa sotto silenzio in una serata così.
Statistiche offensive: 9/24 al tiro (4/6 da tre), 0/1 ai liberi, 4 rimb. off., 3 palle perse, 2 falli subiti
Voto attacco 9: Più tiri che punti, ma questi ultimi pesano molto di più. Da due forza (5/18) andando spesso a cercare spazi che non esistono, un paio di decisioni discutibili nel quarto periodo, ma le due triple dell’ultimo minuto sono il marchio del campione che lava via tutto il resto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright BasketCity

Related posts