19 gennaio, 2018

La Virtus prende i due punti, ma che fatica

La Virtus prende i due punti, ma che fatica
Photo Credit To Roberto Serra / Iguana Press / Virtus Pallacanestro Bologna

La partita della vita, definibile in questa maniera la sfida salvezza andata in scena all’Unipol Arena tra i padroni di casa dell’Obiettivo Lavoro Bologna e la Consultinvest Pesaro, prima del match ultime della classe assieme a Capo D’Orlando e Torino.
Contavano i 2 punti per gli uomini di Valli, faticosamente arrivati al termine di una gara davvero spezzettata: resta il rimpianto per lo scarto finale, la Virtus necessitava di un successo con uno scarto superiore ai 5 punti per ribaltare la differenza canestri nel doppio confronto, nel finale Pesaro, scivolata a -11 a 2 minuti circa dal termine, riesce a ricucire fino al -4, complice anche la scellerata idea di Hasbrouck, che ha concesso a Lacey il 2+1 decisivo.
Positive le prove di Odom, Gaddy e Fontecchio, rivedibili le prove del capitano Ray, autore di ben 5 falli in appena 12 minuti, e di Pittman, neutralizzato da Lydeka: per gli ospiti buone prove del centro lituano e di Christon, mentre è clamorosamente mancato l’apporto della star Daye.
L’Obiettivo Lavoro Bologna sale così a 14 punti, agganciando una Varese in caduta libera al 12°posto, mentre Pesaro resta a 12 e, se il campionato terminasse oggi, sarebbe retrocessa in LNP.
Molto della salvezza passerá dagli scontri diretti casalinghi con Torino e Varese, la vittoria di stasera da morale dopo la disfatta di Capo D’Orlando e, probabilmente, salva la panchina di coach Valli: prossima gara in programma a Caserta, per cercare di vendicare la sanguinosa sconfitta patita nel match d’andata.

Obiettivo Lavoro Bologna-Consultinvest Pesaro 79-75
Parziali: 1/4 14-21 (14-21) – 2/4 29-19 (43-40) – 3/4 18-20 (61-60) – 4/4 18-15 (79-75)
Obiettivo Lavoro Bologna: Pittman (6); Odom (11); Hasbrouck (11); Vitali (5); Gaddy (18); Fontecchio (15); Oxilia (n.e.); Fabiani (n.e.); Mazzola (7); Ray (6); Cuccarolo (0). All. Valli.
Consultinvest Pesaro: Ceron (3); Christon (18); Lacey (15); Lydeka (14); Gazzotti (4); Solazzi (n.e.); Daye (14); Basile (2); Shepherd (4); Candussi (1). All. Paolini.
Tiri dal campo: Virtus 20/31 (8/32 da tre), Pesaro 24/41 (3/19 da tre).
Tiri liberi: Virtus 15/19, Pesaro 18/28.
Rimbalzi: Virtus 36, Pesaro 30.
Assist: Virtus 15, Pesaro 9.
Palle recuperate: Virtus 7, Pesaro 10.
Palle perse: Virtus 12, Pesaro 13.
Falli subiti: Virtus 222, Pesaro 26.
Arbitri: Sahin, Begnis, Attard.

Riccardo Rimondi

About The Author

Related posts