19 Febbraio, 2019

Ljubljana-Virtus, Top & Flop del match

Ljubljana-Virtus, Top & Flop del match

I migliori e peggiori del match tra l’Olimpija Ljubljana e la Segafredo Virtus Bologna, partita finita col risultato di 61-92 a favore dei bianconeri, per quella che è stata la terza giornata di regular season della fase a Gironi Basketball Champions League.

TOP

Pino Sacripanti
Chiunque metta piede in campo lo fa bene, ma soprattutto con la faccia giusta ed avendo ben chiaro cosa fare e come, dosa i minutaggi al meglio e quintetto base limitato a 20’.

Alessandro Cappelletti
Entra quando la partita è ancora viva e ci mette del suo per portarla sulla via giusta in poco tempo. Per chi non si sapeva nemmeno se potesse giocare, un grande risultato colto dopo pochi passaggi in stagione.

Kevin Punter
18 punti in 19’ con un senso di onnipotenza quando conta, al di là dei numeri quel modo di giocare un basket semplice ed efficace che riporta alla mente i campioni del recente passato.


FLOP

Pubblico sloveno
In una delle arene più belle d’Europa, in una nazione campione continentale il vuoto spaziale colpisce e ferisce, legato per di più alla squadra simbolo della nazione.

Blaz Mesiček
Per quello che doveva essere il miglior prospetto della sua generazione una prova sottotono (0 punti e -4 di val.) in una stagione partita proprio male. Rispetto a quanto visto a Brindisi, molto involuto.

Avvio di tempo Virtus
In una partita dominata in lungo e largo, se proprio vogliamo trovare un aspetto negativo ci sono i 2 avvii con parziali subiti di 6-0, tutto rimediabile oggi, magari non in un domani più complesso.


A cura di Luca Cocchi

About The Author

Related posts