15 agosto, 2018

Pesaro, coach Riccardo Paolini pre Virtus

Pesaro, coach Riccardo Paolini pre Virtus
Photo Credit To www.victorialibertas.it

Riccardo Paolini, coach della Consultinvest Pesaro, presenta alla stampa la partita di martedì sera a Bologna tra la sua squadra e i padroni di casa della Obiettivo Lavoro.
È un campionato imprevedibile, ma soprattutto molto duro: sin dall’inizio della stagione ho detto che le squadre che stanno nell’ultima metà della classifica sono mediamente molto più forti che in passato. Ciò significa che dobbiamo essere pronti a tutto, combattendo partita dopo partita. Un passo indietro: dopo la vittoria con Varese le critiche che ci sono piovute addosso sono state pesanti. E meno male che avevamo vinto! A metà partita, noi dello staff tecnico abbiamo provato a cambiare qualcosa in campo e non solo, a cominciare dal body language dei giocatori. Le cose sono andate bene (nell’ultimo quarto l’abbiamo spuntata 25-4), e quindi non mi aspettavo tutto ciò“.
Comunque dopo Varese abbiamo resettato tutto, ripartiamo contro una squadra atletica che ci può mettere molto in difficoltà dal punto di vista fisico. In settimana abbiamo lavorato tanto su quell’aspetto, anche se supplire a carenze di quel tipo non è facile. In ogni caso, una vittoria a Bologna sarebbe preziosissima. Rientra Allan Ray dopo tre mesi di assenza, ma ha tale talento ed esperienza che può far la differenza da subito. Rispetto all’andata avranno in più anche Pittman. Da parte mia, ho grande stima per Valli e per il gioco che mostrano in campo le sue squadre. I loro italiani sono forti ed esperti e, come squadra, in casa rendono molto di più che in trasferta. Dobbiamo inceppare i loro meccanismi provando a metterli in difficoltà da subito e crear loro pressione, visto che sono in un momento abbastanza delicato. Saranno motivatissimi dopo la pesante sconfitta a Capo d’Orlando. Hanno una difesa maschia, dovremo stare attenti a questo. Pittman viene cercato parecchio in attacco, perciò proveremo a limitarlo ma possibilmente senza scoprirci troppo sugli altri: gente come Fontecchio e Mazzola ci ha sempre fatto molto male. Quanto a noi, sia Ceron che Gazzotti hanno qualche acciacco ma saranno della partita. Mi aspetto tanto da Gazzotti in quanto motivatissimo ex“.

Fonte: www.victorialibertas.it

About The Author

Related posts