23 febbraio, 2018

PosteMobile Final Eight 2018: Virtus, il preview del match contro Brescia

PosteMobile Final Eight 2018: Virtus, il preview del match contro Brescia
Photo Credit To Roberto Serra / Iguana Press / Virtus Pallacanestro Bologna

Ultimo quarto di finale della PosteMobile Final Eight in quel di Firenze, Leonessa e Virtus si trovano ad un incrocio che le vede in un periodo di assestamenti. Brescia viaggia lassù dove non pensava di essere e a questo punto della stagione punta forte a starci, il roster è corto, qualche giocatore è in un periodo di recupero, vedi Luca Vitali, Moss alle prese con qualche acciacco, Bushati uscito ma non sostituito e si pensa a come cementare il gruppo, magari con quel Iannuzzi messo fuori da Torino che potrebbe prendere il posto di Ortner e liberare uno spot tra gli esterni. In ogni caso dopo più di metà campionato alle spalle vissuto alla grande, non può tirarsi indietro in questa manifestazione, ci arriva da seconda in classifica ed almeno alle semifinali deve puntare.

Per farlo occorre battere la Virtus che approda in riva all’Arno con qualche problema sorto negli ultimi giorni, Aradori non sarà della tenzone e così pure per gli impegni a venire con la nazionale (di cui è capitano), su Stefano Gentile, fermo in questi giorni, si lavora per renderlo abile se non al 100% almeno per ridare fiato in piccoli passaggi, oltre a questo capitan Ndoja deve riprendere confidenza con le competizioni dopo un lungo periodo fuori dai giochi causa frattura ad una mano. Ma la competizione che si gioca su partite secche va al di là di questi aspetti, chi c’è riverserà tutto sul campo e l’adrenalina in occasioni del genere va al di là di dolore e condizione approssimativa.

Il passaggio alle semifinali è un obiettivo per entrambe le contendenti che avranno in panchina un derby livornese, coach che dovranno buttare tutto e subito quello a disposizione cercando pure di trovare stille di energie per la giornata a seguire che sulla carta dice Milano. La Virtus sarà seguita da oltre 2.000 tifosi, non sarà come giocare in casa ma una spinta in più la potrà percepire, certo che l’assenza di Pietro Aradori, metronomo della squadra peserà eccome.

I compagni, oltre a dare qualcosa di più dovranno essere capaci di farlo con tempi giusti, in questo Aradori era emerso con prepotenza negli ultimi tempi. Poi ovvio, Slaughter deve lasciare il gemello in Sardegna, con quello non si va da nessuna parte, mentre con l’altro ammirato a lungo in campionato si potrà far la voce grossa in area contro un Hunt fin qui al suo massimo livello in carriera. Altro derby personale sarà dei fratelli Vitali, via da Bologna divenuti protagonisti pure in nazionale, ma tutti questi aspetti saranno spazzati via dalla partita senza domani, quelle che hanno reso il basket lo sport di squadra più adrenalinico che ci sia.      

Palla a due alle venerdì ore 20:45, diretta su RaiSport HD, Eurosport 2 e Player, radiocronaca su Radio Bologna Uno.

Luca Cocchi

 

About The Author

Related posts