18 ottobre, 2017

Terrieri: “Amarezza e delusione”

Amarezza e delusione. Come prendere una portata in faccia, che ti fa dimenticare tutto il resto”. Gigi Terrieri, arrivato alla palestra dell’Arcoveggio per salutare la squadra – il discorso di commiato è stato tradotto da Giorgio Valli e chiuso dall’applauso dei giocatori, come potete vedere nel video qui sopra – racconta così il suo stato d’animo, dopo le dimissioni da project manager e speaker della Virtus.

IL NODO TRASFERTA: “Mi hanno chiesto di restare a qui a lavorare per organizzare tutto, ma poi non sarei potuto andare in trasferta, che è la finalizzazione del mio lavoro. Non lo posso accettare”. Il comunicato della società parla di dimissioni irrevocabili, ma non c’è accordo sul punto: “Se lo dice il comunicato…

L’INCONTRO – All’Arcoveggio arriva anche il presidente, Renato Villalta, a colloquio negli uffici col dirigente dimissionario, per il primo impatto dopo la decisione. “Mi dispiace, Gigi è un amico, ma c’è una lettera di dimissioni irrevocabili e non si può fare altro”.

SCELTE DA RISPETTARE: “Ha preso la decisione per un suo problema personale, da parte mia posso dire che è giusto in una società dare valore a chi, come Crovetti, è chiamato a prendere le decisioni organizzative, e il suo operato ha l’appoggio del cda al 100%. Se ci sono disposizioni nuove vanno accettate, perchè adottate nell’interesse della Virtus”.

I TIFOSI: Molti messaggi sui social per Terrieri, che lascia al suo 43 esimo anno e domenica, dopo 1.223 partite ufficiali, non sarà la voce del match con Caserta. “Spero che i tifosi capiscano e siano maturi, ogni scelta è per il bene della società” chiude il presidente.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright BasketCity

Related posts