20 giugno, 2018

Valli: “Cremona ha evidenziato i nostri limiti”

Valli: “Cremona ha evidenziato i nostri limiti”

Queste le parole a caldo di Giorgio Valli (foto Serra/Virtus Pallacanestro) nella conferenza post-partita, dopo la sconfitta rimediata contro Cremona. “Temevo questa partita perché veniamo da una brutta settimana e giocavamo contro una buona squadra, non a caso fra le prime otto. Abbiamo scarsa potenza in mezzo all’area, poca continuità ed oggi abbiamo sbagliato nel tiro da fuori: Cremona ha evidenziato i nostri limiti. Pur essendo molto rammaricato, siamo esattamente dove dobbiamo essere. Per vincere abbiamo bisogno di correre in contropiede, di maggiore energia fin dall’inizio e di metterci meno problemi tattici”.

Un riferimento va poi a Gilchrist, autore di una partita da 0/6 al tiro e in panchina negli ultimi 18 minuti: “Stasera ha preso buonissimi tiri, nonostante lo 0/6 dal campo. Siamo lì, stiamo lottando e lo abbiamo fatto fino al meno cinque. E’ normale che qualche giocatore, quando si trova in difficoltà, tenga la palla in mano, ma dobbiamo diventare una squadra a tutto tondo e migliorare anche in questo. Le partite di questo livello sono difficili da portare a casa”.
Reduci da una settimana difficoltosa, con acciacchi e infortuni che hanno impedito alla squadra di allenarsi al completo, è stato inevitabile un calo di energia fisica, dato anche dalle rotazioni corte. “Questi sono i giocatori e questi dobbiamo utilizzare. Siamo sicuramente in una fase di down, ma dobbiamo andare avanti con il nostro programma, la strada è quella. Dobbiamo essere più aggressivi, a costo di prendere qualche canestro in più e qualche schiacciata in faccia, è grazie al pressing che siamo arrivati a meno cinque”.
Nella conferenza prepartita, coach Valli aveva puntualizzato come la squadra dovesse correre pur con il rischio di perdere qualche palla in più. In partita, però, la Virtus non è mai riuscita ad alzare il ritmo: “Tutti noi inconsciamente abbiamo pensato di essere un po più bravi di quello che siamo in realtà, io per primo. Può succedere, è fisiologico. Ripartiremo forte dopo questa partita, dobbiamo fare i compiti di quelli che devono imparare, non di quelli che sono già bravi. Ci servirà da lezione, ne sono certo. Fa molto male, ma giocare contro una squadra molto quadrata è dura. Siamo incerottati, ma dobbiamo essere pronti a ripartire per raggiungere il nostro obiettivo: la salvezza”.
Francesca Barbieri
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright BasketCity

Related posts