24 ottobre, 2017

Ve la do io Caserta

Ve la do io Caserta

Da questa settimana, www.basketcity.net lancia la rubrica “Ve la do io…“. Un giornalista che segue la prossima avversaria della Virtus, la presenterà al pubblico bolognese illustrandone i pregi e i difetti. A inaugurare la rassegna è Camillo Anzoini, giornalista casertano de “Il Corriere dello Sport” che ci presenta la Juve (foto www.juvecaserta.it).

STATO DI FORMA: Rivedibile per non dire brutto. Young e Sergio sono rientrati solo domenica, Vitali è ancora fermo ai box, l’ultimo posto in classifica non permette altri passi falsi. La squadra fatica a lavorare insieme e, quindi, i tre americani nuovi faticano ad entrare nel sistema di gioco di coach Molin. Un problema che si nota soprattutto in attacco dove la Juvecaserta fatica a
mettere punti sul tabellone e, spesso e volentieri, a trovare un tiro pulito.

PUNTO DI FORZA: L’amalgama del gruppo che è stato preservato per sette-decimi  rispetto all’ultima stagione. In campo si vede che, quando ci sono i giocatori dell’anno passato, la musica è diversa. Si conoscono perfettamente, sanno le potenzialità di ognuno e sanno come innescare i tiratori. Un punto di forza potrebbe essere la rabbia per le due sconfitte iniziali e la voglia di cominciare a muovere la classifica.

IL PROBLEMA: La continuità nel lavoro settimanale. La Juvecaserta non si allena insieme, a roster completo, da quasi un mese e si vede quando scende in campo. Il precario stato di salute di alcuni, l’assenza di Vitali e lo zero in classifica sono dei problemi pesanti per il roster di Molin. Ed inizia a crescere la pressione della tifoseria che, dopo anni di sacrifici, vuole un biglietto per i playoff.

LA STELLA: Sam Young, a detta di tutti. Ha saltato la ‘prima’ di Roma, non è piaciuto contro Brindisi, l’ex Pacers sta faticando ad entrare nel basket italiano ed i fastidi muscolari non lo aiutano. A lui tocca prendere in mano la leadership della squadra nei momenti difficili visto l’indiscusso talento ed il fatto che, da ala piccola, potrebbe fare danni contro qualsiasi avversario. Ma,
per ora, non è ancora il Young che tutti si attendono.

LA VIRTUS COS’E’: L’occasione giusta per schiodarsi da quota 0 e far tornare il sereno all’ombra della Reggia. Una partita che vede i casertani partire, per la prima volta in stagione, non sfavoriti dai pronistici. E poi la Virtus… è sempre la Virtus per la Juvecaserta: una sfida storica, che ha scritto pagine indelebili del basket italiano e rappresenta una tappa esodo per il popolo campano.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright BasketCity

Related posts