17 ottobre, 2017

Virtus, ancora ultimo periodo fatale, vince Trento

Virtus, ancora ultimo periodo fatale, vince Trento
Photo Credit To Roberto Serra / Iguana Press / Virtus Pallacanestro Bologna

Il ritorno sul palcoscenico principale per la Virtus Segafredo Bologna é un grande show per 29’ che si trasforma in un incubo nell’ultima frazione e lascia un senso di amaro in bocca notevole e i due punti a Trento. Gli emiliani hanno a tratti dominato e si sono ritrovati anche a +18 sul finire del terzo parziale, poi si é spenta la luce, come già successo diverse volte in precampionato è stato subito un break che ha tramortito i ragazzi con la VuNera sul petto, c’é stata comunque la reazione che aveva portato a impattare a 2’ dal termine ma a quel punto i padroni di casa erano lanciati ed hanno chiuso a braccia alzate, anche se l’antisportivo a Slaughter grida vendetta.

Prendiamo il buono della serata, una squadra unita e mortifera dalla lunga, con Aradori e Umeh come tiratori scelti, sotto le plance il contributo dei due americani é stato di sostanza, anche se Trento é rimasta aggrappata al match con le seconde chances (10 rimbalzi d’attacco). Gentile é stato un fattore nel bene e nel male, tante iniziative ottime, alcune meno, ma é normale che sia così, essendo il catalizzatore dell’attacco, suo fratello Stefano non é invece sceso in campo per un problema poco prima della partita.

Non sono stati un fattore in attacco i due veterani Rosselli e Ndoja, mentre Lafayette ha dato segnali positivi ma sarà necessario che nei momenti caldi abbia più controllo delle operazioni. La circolazione di palla é da migliorare, le ottime percentuali da 3% (molto scese nella ripresa) fanno da contraltare ai soli 6 liberi tirati, di cui 2 messi a segno, aspetti su cui lavorare nella settimana che precede l’esordio casalingo contro Capo d’Orlando, assieme alla ricerca della continuità sui 40’, necessaria al più presto possibile. La rabbia di aver perso una bella occasione per far subito un colpaccio dovrà essere sostituita dalla consapevolezza di un potenziale enorme tutto da riversare sul campo e i prossimi avversari.

Dolomiti Trento-Segafredo Virtus Bologna 78-74
Parziali: 1/4 13-23 (13-23) – 2/4 25-22 (38-45) – 3/4 15-19 (53-64) – 4/4 25-10 (78-74)
Dolomiti Trento: 0 – Franke 6 pt (3/4, 0/1, 0/0); 2 – Sutton 10 pt (2/8, 2/6, 0/0); 4 – Silins 11 pt (1/1, 3/4, 0/0); 8 – Baldi Rossi pt (2/2, 1/1, 0/0); 10 – Forray 6 pt (2/2, 0/3, 2/2); 12 – Flaccadori 0 pt (0/3, 0/1, 0/0); 14 – Czumbel n.e.; 15 – Gomes 2 pt (1/2, 0/2, 0/0); 21 – Behenan 17 pt (6/11, 0/0, 5/12); 25 – Lechtaler n.e.; 31 – Shields 19 pt (6/7, 1/2, 4/4). All. Buscaglia.
T2: 23/40 (58%). T3: 7/20 (35%). TL: 11/18 (61%)
Rimbalzi: 29 (19 d.-10 off.). Ast: 13. PP: 11. PR: 10. Valutazione:90.
Segafredo Virtus Bologna: 0 – Gentile A. 15 pt (7/13, 0/1, 1/2); 3 – Umeh 12 pt (0/0, 4/5, 0/0); 6 – Pajola n.e.; 13 – Ndoja 0 pt (0/0, 0/1, 0/0); 14 – Rosselli 0 pt (0/0, 0/2, 0/0); 20 – Lafayette 12 pt (3/7, 2/6, 0/0); 21 – Aradori 21 pt (3/4, 5/11, 0/0); 22 – Gentile S. n.e.; 23 – Berti n.e.; 25 – Lawson 8 pt (2/5, 1/1, 1/2); 44 – Slaughter 6 pt (3/4, 0/0, 0/2). 
All. Ramagli .
T2: 18/33 (55%). T3: 12/27 (44%). TL: 2/6 (33%)
Rimbalzi:34 (22d.-12off.). Ast:19. PP:16. PR:6. Valutazione:77.

Fonte: Massimiliano De Panfilis (www.virtus.it)

About The Author

Related posts