24 maggio, 2018

Virtus, Basciano conferma Valli e la squadra ma…

Virtus, Basciano conferma Valli e la squadra ma…
Photo Credit To Serra / Virtus Pallacanestro

Il presidente della Fondazione Virtus Pietro Basciano ha parlato su tutti i quotidiani di Bologna (Corriere, Repubblica, Carlino e Corriere dello Sport-Stadio).
Il brutto colpo subito dalle “V nere” in terra siciliana e le pesanti affermazioni a fine match da Crovetti, unite alla contestazione prima della Vecchia Guardia e poi di Forza Vnere ha lasciato uno strascico di polemiche non indifferenti in città. Di seguito uno stralcio delle dichiarazioni fatte da Basciano, trascritta da bolognabasket.it:
Sono arrabbiato, anzi siamo tutti arrabbiati per come la squadra si è arresa contro una diretta concorrente. Userei termini ben più forti se non rischiassi di apparire volgare. Non c’è nessuno da salvare e sono totalmente d’accordo con le parole di Crovetti. Non ci saranno ribaltoni. In campo non c’è andata la Virtus ma un’altra squadra. Quella squadra non ha nulla a che fare con quella che ha avuto il coraggio di sconfiggere Brindisi dopo tre supplementari”.
La proprietà suggerirà qualche provvedimento alla società?
“No, perchè abbiamo piena fiducia nel gruppo che sta guidando il club. Ci sono persone che hanno la giusta esperienza per uscire da questa situazione. Tra oggi e domani il consigliere delegato Daniele Fornaciari incontrerà la squadra e lo staff tecnico ed esprimerà tutto il nostro disappunto per quanto successo lunedì sera. Prestazioni del genere non possono essere tollerate e non devono più ripetersi”.
Che cosa le ha dato più fastidio?
Io sono un appassionato, e come dico sempre faccio fatica a distinguere un playmaker da un pivot, ma è chiaro a tutti che quanto successo non dipende da un problema tecnico, ma dall’atteggiamento sbagliato con cui la squadra è scesa in campo. Se si escludono i primi cinque minuti del terzo quarto le facce dei giocatori lasciavano intendere quale sarebbe stato il risultato finale. Per questo siamo arrabbiati: nello sport si può vincere e si può perdere, ma bisogna giocarsela, e noi non lo abbiamo fatto”.
Arrabbiatura significa anche delusione?
Certamente. Contro Brindisi la Virtus ha dimostrato di essere una squadra volenterosa anche se non è perfetta e quando commette un errore si impegna per porvi rimedio. Mi chiedo come mai quello stesso gruppo abbia potuto disputare una partita del genere a Capo D’Orlando. Ecco perchè dico che quella che è andata in Sicilia non era la vera Vu Nera. Per quello che stiamo facendo, per come i tifosi ci sostengono, meritiamo che sia garantito l’atteggiamento giusto”.
Temo la retrocessione?
No, perchè io penso che la vera Virtus sia quella scesa in campo contro Brindisi. Quella che ha saputo ottenere quella vittoria dopo tre tempi supplementari. E’ chiaro che bisogna vincere martedì contro Pesaro sia per la classifica sia per dare un po’ di serenità all’ambiente. Giocheremo anche con Torino davanti al nostro pubblico e dovremo fare fruttare al massimo questo vantaggio, visto anche quello che succede in trasferta. Credo che i nostri giocatori siano persone intelligenti e capiscano bene in quale situazione siamo e sappiano come uscirne. Lo stesso concetto lo esprimo anche per il nostro staff tecnico. E’ composto da professionisti capaci che metteranno in campo tutti gli strumenti per evitare altre situazioni simili”.
Ci sono novità sull’aumento di capitale?
No, al momento non ce ne sono”.

Confermata quindi la fiducia a coach Giorgio Valli e al GM Sandro Crovetti. La prossima settimana sarà fondamentale in casa Virtus: lunedì l’Assemblea dei Soci delibererà l’aumento di capitale e martedì sera ci sarà il delicato incontro con Pesaro in casa alla Unipol Arena nel posticipo della diciannovesima giornata (4 di ritorno) di campionato.

About The Author

Related posts