21 ottobre, 2018

Virtus da sogno, anche Sassari si arrende

Virtus da sogno, anche Sassari si arrende

Altra grande impresa della Virtus, che supera 80-75 Sassari seconda forza del campionato e si arrampica all’ottavo posto della classifica. Un successo che porta ancora una volta la firma di Ray (foto Serra/Virtus Pallacanestro) con 11 punti nel quarto periodo e i canestri decisivi nell’ultimo minuto, ma fondamentale è il contributo difensivo di Mazzola (12 rimbalzi) e Cuccarolo (4 stoppate) che contribuiscono a tenere il miglior attacco del campionato 15 punti sotto media e al 35% al tiro.

LA CRONACA: Cuccarolo parte in quintetto e si fa sentire subito nel primo allungo della Virtus (13-6). L’impatto di Reddic è buono, con due canestri come due sono le triple di Hazell (12 punti nel primo tempo) che spingono la Virtus sul 32-24. Sassari si affida a Logan e resta in scia, mentre nel terzo quarto è Sanders, con 10 punti, a propiziare il sorpasso maturato poi con la tripla di Chessa (57-58) quasi sulla sirena. Nel quarto periodo è Ray (1/5 nel primo tempo) a prendere il comando delle operazioni. Con cinque punti consecutivi alimenta l’allungo sul 72-64 a 4′ dal termine, poi, dopo che Logan aveva riportato Sassari in parità, sono suoi 3 liberi per il 77-72 a -38″ e l’entrata dell’80-75 a -17″ dopo aver preso un rimbalzo d’attacco sul suo libero sbagliato.

I NUMERI: La difesa interna della Virtus tiene Sassari al 29% da due. Ottimo l’11/22 da tre della Granarolo, che era partita con 7/8 da due nel primo quarto per totalizzare poi 10/32 nel resto della partita.

LA CHIAVE: La capacità della Virtus di leggere la situazione nel finale e di affidarsi nel modo giusto a Ray, oltre a una difesa strepitosa che tiene il miglior attacco del campionato al 35%

IL MIGLIORE: Allan Ray mette il sigillo su questa partita con 11 punti nel quarto periodo, 6 negli ultimi 38″ di gioco con la partita in equilibrio.

LE PAGELLE: White 6, Cuccarolo 7, Gaddy 6,5, Imbrò 6, Fontecchio 6, Mazzola 7, Hazell 6,5, Ray 7,5, Reddic 6.

LE PAROLE: “Siamo molto contenti, perché pensare di vincere con squadre di questo genere mesi fa sarebbe stato un eresia – sottolinea coach Valli – Abbiamo fatto noi la partita, stavamo rischiando il finale di Venezia ma non è andara così. Dentro l’area abbiamo deciso di non concedere penetrazioni, non potevamo ostacolarli in tutto ed abbiamo deciso di togliere loro i tiri facili“. Valli spende poi belle parole per Valerio Mazzola, artefice di un’ottima prestazione nonostante i problemi fisici. “Sono contento perché ho avuto il contributo di tutti. Solitamente non spendo parole per i singoli, ma Valerio ha fatto una partita importante, ha fatto di tutto. Non so se martedì si alzerà dal letto per allenarsi“. La concentrazione resta comunque sull’obiettivo iniziale: “Ora siamo felici ma martedì si ricomincia e ci scordiamo questa bella serata. Caserta ha vinto quindi dovremo continuare a guardarci le spalle. Stasera abbiamo fatto passi avanti anche nella tattica e nella pazienza. Non è facile quando gli spazi te li concedono e ti fanno ingolosire. Dovremo maturare ed essere sempre più continui“.

(ha collaborato Francesca Barbieri)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright BasketCity

Related posts