24 ottobre, 2017

La Virtus fa suo il Memorial Porelli

La Virtus fa suo il Memorial Porelli

Una Virtus a due facce si distende nel secondo tempo e supera 78-65 Varese nel Memorial Porelli (Foto Mario Carlini / Iguanapress / Virtus Pallacanestro Bologna).
Per la Granarolo si è trattata della prima gara casalinga della stagione, la presentazione ufficiale davanti al proprio pubblico. Alla Unipol Arena sono arrivati in duemila, dapprima preoccupati per l’approccio difensivo della squadra nel primo tempo, poi rinfrancati per come i ragazzi di Valli hanno saputo cambiare marcia nella ripresa. La serata che ha visto l’associazione Porelli festeggiare una laureata in giurisprudenza (Cecilia Sereni Lucarelli) con il premio intitolato alla memoria dell’avvocato e istituito con la collaborazione dell’università e della Fip. Ad assistere alla partita al fianco di Renato Villalta c’erano infatti anche il Magnifico Rettore, Ivano Dionigi, e il presidente Fip, Gianni Petrucci.
«Bisognerà avere pazienza, l’obiettivo resta la salvezza. La ricetta sarà grinta, determinazione e sbucciarsi le ginocchia», sottolinea Villalta. Assenze pesanti su entrambi i fronti con la Virtus costretta a fare a meno di Gilchrist per il problema all’anca e Varese priva di Daniel, Kangur e Rautins. La Granarolo ha rincorso tutto il primo tempo, subendo le accelerazioni di Robinson (19 punti), imprendibile per Gaddy, e restando a galla solo grazie ai canestri di Mazzola, il migliore con 20 punti. Fuori programma prima dell’intervallo: un arbitro fin troppo zelante fischia un tecnico a Pozzecco che si infuria e viene espulso. Un po’ di buonsenso, sottolineato dal coach di Varese nel dopogara, non avrebbe fatto male visto il contesto della partita. Nella ripresa, i bianconeri hanno cambiato faccia nella loro metà campo, diventando più aggressivi. Il pressing ha prodotto recuperi e con il risveglio di White (16) è arrivato il break. Raggiunto il vantaggio in doppia cifra, nel quarto periodo è stato Allan Ray con 10 dei suoi 17 punti complessivi a condurre in porto la vittoria.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright BasketCity

Related posts