11 dicembre, 2017

Virtus, Giorgio Valli pre match Pistoia

Virtus, Giorgio Valli pre match Pistoia
Photo Credit To Roberto Serra / Iguana Press / Virtus Pallacanestro

Obiettivo Lavoro parte questa sera per Pistoia. Per prepararsi a una sfida che vale immensamente, la prima di quattro faccia a faccia che decideranno la stagione. Giorgio Valli tiene monitorata la situazione, che negli ultimi giorni ha registrato due stop importanti, quelli di Gaddy e Pittman.
Da mercoledì non si allenano, oggi testiamo le loro condizioni. Verranno a Pistoia, cercheranno di essere in partita ma ci sono due punti interrogativi grandi su di loro. Sono due incidenti che pesano, perché riguardano il nostro play e il nostro centro, ma di positivo c’è che per il resto la squadra si è allenata bene per affrontare questo girone di ferro, per noi infernale con tre partite in trasferta su quattro”.
Infortuni a parte, i segnali positivi non mancano.
Ho visto la giusta tensione in palestra. I giocatori, oltre che spinti da stimoli personali, hanno capito da tempo che giocano per un club serio, molto serio, inappuntabile dal punto di vista economico, e vogliono far bene per sé stessi, per la città e per i seimila appassionati che troviamo ogni volta vicini alla Unipol Arena, quando giochiamo a casa nostra. Loro andranno in campo ben sapendo che ci servono almeno due partite per portare a casa la salvezza”.
La marcia di avvicinamento è stata, lo ha spiegato lo stesso coach bianconero, carica di elettricità positiva.
E’ stata una settimana anche di forti nervosismi durante gli allenamenti, da trasformare in forza sul campo a Pistoia, domani. Io ne sono contento: significa che la squadra è viva e ci tiene moltissimo, qui anche in allenamento ci si accanisce se una palla è fuori o dentro, e non ci risparmiamo i contatti. E’ una tensione positiva che i giocatori hanno capito di dover convogliare all’interno del gruppo per migliorarsi e aiutarsi. Due verbi fondamentali: quelli che occorrono per provare a vincere a Pistoia”.
Non un terreno facile, nonostante il momento di flessione.
La Giorgio Tesi Group ha ottenuto tanto dal  campionato, la salvezza anticipata, praticamente un piede e mezzo nei playoff, ha fatto una bellissima figura. E’ una squadra completa, con centri tiratori, tanti esterni che giocano vicino a canestro, un sacco di play navigati. Ha sofferto un po’ di stanchezza nel girone di ritorno ma è molto temibile, lotta come noi, e proprio la lotta sarà una chiave insieme alla tecnica, alla tattica e alla lucidità, soprattutto nel finale di partita”.
La sensazione, a questo punto della stagione, potrebbe essere che la testa spinga avanti più della tecnica e del lavoro in palestra.
La testa influisce sul gioco, non si può giocare disconnessi. Valgono le abitudini maturate nel corso dei mesi, molte sono diventate di riflesso ma vanno collegate ogni volta. Soprattutto in un campionato come questo, fatto di episodi, Noi, ma anche Torino e Caserta, potevamo avere sei punti in meno o sei punti in più. Serve grande lucidità, proprio per questo”.
Una vittoria con Trento avrebbe reso la situazione meno intricata. Le premesse, ovvero la vittoria con Cremona una settimana prima, c’erano. Ma le cose non sono andate come si sperava.
Domenica scorsa abbiamo fatto un passo indietro, tutti più o meno inconsciamente, non intendo in maniera stupida. Forse i ragazzi pensavano che sull’8-4 la partita fosse di un certo livello, ma così non è stato. Ci ha messo qualcosa anche Trento, che si è presentata con la peggior percentuale da tre punti e ha infilato subito un 7 su 9… Chiaro che non abbiamo mostrato gli artigli come avevamo fatto con Cremona”.
Stasera, insieme alla squadra, partirà per Pistoia anche il presidente Alberto Bucci.
La presenza di Bucci è importante. Viene perché un presidente attivo come lui, un uomo di campo, ha certamente qualcosa da darci. Non è un burocrate, è un professionista della pallacanestro. Quando sei giudicato dai non professionisti questo gioco diventa un disastro. Se ci sono i professionisti, abbiamo piacere di averli vicino”.

Fonte: www.virtus.it

About The Author

Related posts