21 settembre, 2018

Virtus, i Forever Boys spiegano lo striscione

Virtus, i Forever Boys spiegano lo striscione

I Forever Boys 1979 spiegano con un comunicato le motivazioni dello striscione, (dopo quello fatto dal Vecchio Stile che diceva “Ora basta, vergognatevi”) indirizzato alla Virtus e appeso nella notte davanti alla palestra Porelli e la foto apparsa questa mattina negli organi di stampa locali.
Abbiamo ancora negli occhi l’orrore della partita di lunedì sera (mai visto scendere in campo la Virtus in 4 uomini, per 20 secondi).
È da inizio campionato che, escludendo rari casi, si respira aria di rassegnazione un po’ dappertutto, a palazzo (campo, panchina, tribune, parterre) e nell’ambiente. In questi mesi abbiamo sostenuto, incitato, ma anche scosso l’ambiente in tempi non sospetti (“basta scuse, meritiamo di più”), perché era evidente, da inizio campionato, il rischio di una retrocessione sul campo. Ora, più che fare il nostro “sporco lavoro” sui gradoni a difendere l’onore della nostra amata canotta, sentiamo la necessità di ritornare a gamba tesa su altri fronti, perché come avevamo già urlato al mondo ad ottobre, dopo la partita a Pesaro, noi meritiamo di più. Meritiamo prima di tutto rispetto. Quel rispetto che spesso sembra mancare, sia sul campo che fuori. Meritiamo e pretendiamo sacrificio, fotta e orgoglio da parte di tutti. Il rischio di A2 è altissimo ed è arrivato il momento che ognuno si prenda le proprie responsabilità. È arrivato il momento di capire che una retrocessione sul campo (cosa che non vogliamo neanche ipotizzare) non sarà perdonata. Faremo tutto ciò che è in nostro potere per smuovere l’ambiente e provare a risollevare la squadra. Ci muoveremo, come sempre, ancora una volta, su tutta la linea, verso ogni componente in gioco. Il campionato è ancora lungo, bisogna raggiungere la salvezza.

BASTA SCUSE. ADESSO TOCCA A VOI.

“Forever Boys 1979”

Fonte: Forza Vnere (https://www.facebook.com/FORZA-VNERE-375634152567267)

About The Author

Related posts