11 dicembre, 2017

Virtus, il preview del match contro Brindisi

Virtus, il preview del match contro Brindisi
Photo Credit To Roberto Serra / Iguana Press / Virtus Pallacanestro Bologna

Il ciclo di ferro Virtus si è chiuso con una vittoria (Sassari) e tre sconfitte in fotocopia (Venezia, Milano, Brescia) che come presumibile hanno lasciano strascichi negativi nell’ambiente, già fortemente turbato dall’affaire Rosselli. Senza il capitano, uomo faro della promozione, è arrivata l’ultima sconfitta casalinga con Brescia, la partita giocata peggio del lotto e mai del tutto in controllo anche quando il divario era positivo, per forza di cose la trasferta di Brindisi avrà un grande significato per mettere a tacere i dubbi che si stanno sollevando, a cominciare da coach Ramagli all’integrazione tra i giocatori del pacchetto promozione ed i nuovi arrivati dai nomi importanti.

In Puglia ci sarà ad attendere la Segafredo una pattuglia ultima in classifica, in fase di trasformazione complici scommesse estive che da subito non hanno pagato. Nella girandola di variazioni saranno al giro saluti Randle (definitivo ritiro per lui) e Barber, il play sostituito dal cavallo di ritorno Moore, per una squadra che a parte lo scalpo prestigioso di Avellino conta solo sconfitte. Poco gira nella formazione di Sandokan Dell’Agnello, manca in primis quella cattiveria agonistica che il coach aveva quando giocava, l’unica nota positiva è la stagione dell’haitiano Lalane, mentre se proprio vogliamo pescare qualcosa che a tratti si stacchi dalla mediocrità possiamo citare lo sloveno Mesicek e Marco Giuri, cercato anche dalla Virtus nella primavera scorsa.

Una partita che entrambe le contendenti necessitano di far propria per uscire da situazioni difficili, a cui seguirà la pausa per le nazionali, e con quel tempo a disposizione il rischio che cambiamenti basilari avvengano è molto probabile senza i 2 punti in faretra. Per domani c’è il dubbio Stefano Gentile che a causa di un influenza ieri non si è potuto allenare, nel caso il play dovesse essere assente, gli effettivi a disposizione di Ramagli calano ulteriormente, servirà la lucidità di ognuno di essi per gestire al meglio gli ormai famigerati ultimi minuti che son costate 4 sconfitte dall’avvio del campionato.

La partita prederà il via alle ore 17:00, diretta su Eurosport Player, radiocronaca su Radio Bologna Uno.

Luca Cocchi

About The Author

Related posts