19 Aprile, 2019

Virtus, il preview del match contro l’Olimpija Ljubljana

Virtus, il preview del match contro l’Olimpija Ljubljana
Photo Credit To Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Virtus Bologna-Olimpija Ljubljana, partita dai nobili trascorsi con bacheche ricche di trofei e storia, si ritrovano a giocare in BCL dopo sfide di alto livello in Eurolega.

Il massimo fu raggiunto nei playoff della stagione culminata col Grande Slam del 2001, due sfide tirate risolte entrambe con due magate di Manu Ginobili all’ultimo giro di lancette, col talento dell’argentino assieme a quello di Griffith, Jaric e della sloveno Smodis che però giocava per le V nere a contrastare i giovani rampanti Becirovic, Udrih, Brezec, insomma nomi che hanno fatto la storia del basket europeo e non solo.

Ora il livello non è più quello di un tempo ma entrambe le formazioni sono in fase di rilancio, la Virtus sull’abbrivio dal 2 su 2 in coppa e dal recente sacco di Avellino, Lubiana in ripresa dopo anni bui, sconfitta 2 volte a fila in BCL ma solo alle ultime giocate. Non più o non solo fucina di talenti, raggruppa quanto di meglio si possa trattenere ad oggi in Slovenia, se il talento giovane è quello di Blaž Mesiček l’attenzione sarà da tenere sulla guardia Miha Lapornik molto positivo in avvio di stagione come il veterano Jan Špan, mentre in rampa di lancio c’è l’ala Luka Šamanić.

Il reparto stranieri è stato da poco completato da una vecchia conoscenza del campionato italiano, Scottie Reynolds, mentre a difendere il ferro c’è il lungo Marvin Jones che ha come cambio un atleta passato anche in Virtus sotto la gestione di Zare Markovski, mai definitivamente esploso ma capace di picchi non trascurabili, Mirza Begić.

Coach è lo sloveno Zoran Martič, poco noto fuori dai paesi della ex Jugoslavia ma con buon palmares, classico allenatore capace di far nozze coi fichi secchi.

Da 5 anni l’Olimpia non può contare sul fattore campo della famigerata Tivoli Hall con pubblico praticamente in campo ad urlare ad ogni giocatore avversario, la nuova sede di gioco, nonché sede societaria, è la meravigliosa Arena Stožice, dove i 4.500 fissi della Tivoli si perdono in questa struttura da oltre 12.000 posti costruita per i campionati europei del 2013.

Per la Virtus una vittoria in trasferta indirizzerebbe il girone in maniera molto positiva, sarà da capire solo nell’immediato prepartita se Qvale potrà essere della tenzone, l’importante sarà mantenere quella determinazione e lucidità messa in mostra dal finale della partita con Neptunas e portata avanti fino ad Avellino. Una delle trasferte da far propria, ne arriveranno di più complesse, sarà anche quella logisticamente più semplice con tifoseria al seguito.

La partita sarà trasmessa in diretta mercoledì ore 20:30 (non ore 18:00 come inizialmente previsto) su Rai Sport e Eurosport Player.

Luca Cocchi

About The Author

Related posts