20 novembre, 2018

Virtus, il preview del match contro Sassari

Virtus, il preview del match contro Sassari
Photo Credit To Roberto Serra / Iguana Press / Virtus Pallacanestro Bologna

Virtus attesa da una nuova trasferta su isola, cambiando da Sicilia a Sardegna, cambiando pure il valore dell’avversario, da Capo d’Orlando reduce da un filotto continuo di sconfitte ad una Sassari pure lei non al suo massimo e pure col coach Pasquini contestato a suon di fischi dal proprio pubblico ma supportato dal presidente Sardara, ma lunga e profonda e tra le mura amiche temibilissima.

Se la V nere riavranno Ale Gentile e probabilmente anche Klaudio Ndoja che ha ripreso gli allenamenti con la squadra, Sassari dovrebbe scontare l’assenza di Shawn Jones infortunatosi nell’ultimo turno di coppa e probabilmente quella di Rok Stipcevic, più fuori che dentro da inizio stagione. Al PalaSerradimigni il clima sarà caldo, le ultime sconfitte han fatto alterare i tifosi e quella in volata a Reggio Emilia di domenica scorsa ha gettato altra benzina sul fuoco.

In settimana l’inutile vittoria in Fiba Champions con passaggio alla Fiba Europe Cup non avrà di certo messo sorrisi, significa imbarcarsi in una coppa che a nessuno interessa dilapidando ulteriori energie e tempo, senza costruire nulla date gli spostamenti alquanto scomodi. Il punto di forza di Sassari è la guardia Bamforth, americano di passaporto kosovaro, mentre nell’annata i compagni sono più ondivaghi, a cominciare da Polonara che non ha ancora trovato l’esplosione definitiva passando dal play Hatcher che si divide il ruolo con l’amato ex Marco Spissu, per lui quasi 7 punti e 2,5 assist a partita in un impiego ovviamente ridotto rispetto alla cavalcata vincente in A2 ma sempre sui 20’.

Uscito Randolph è arrivato Bostic, già passato dal nostro campionato e ritornato dopo numeri da primattore a Zara, da tenere d’occhio l’ala canadese Pierre, mentre sostanza in area senza Jones sarà portata da Planinic, lungo legnoso ma difficile da spostare. Per Sassari la vittoria è basilare per sistemare l’ambiente e per rimanere in corsa playoff, per la Virtus sbancare il PalaSerradimigni significherebbe fare un passo decisivo verso i playoff e far sua quella confidenza in trasferta a proporre il proprio gioco che fin qui non c’è stata, o si è vista senza continuità nell’arco di ogni partita.

La partita sarà in diretta domenica alle ore 12 su Eurosport Player e su Radio Bologna Uno.

Luca Cocchi

About The Author

Related posts