18 ottobre, 2018

Virtus, in Sicilia la terza vittoria esterna, battuta Capo d’Orlando

Virtus, in Sicilia la terza vittoria esterna, battuta Capo d’Orlando
Photo Credit To Roberto Serra / Iguana Press / Virtus Pallacanestro Bologna

Arriva in Sicilia la terza vittoria esterna della Virtus, che segna la decima sconfitta consecutiva Betaland tra campionato (6) e coppa (4). Una vittoria al termine di un incontro condotto con sicurezza dovendo fare i conti solo con uno Stojanovic al suo massimo di sempre, uscito anzitempo per infortunio. Per la V nere, con rotazioni ridotte senza Ndoja e Ale Gentile, a turno buone indicazioni da tutti, chi meglio come S. Gentile, Slaughter e Aradori, chi meno appariscente ma utile come Baldi Rossi e Umeh, e finalmente ottima prestazione pure offensiva di Lafayette, 19 per lui. Virtus meglio in tutto, non permettendo mai ai padroni di casa di rientrare evitando così finali che in altri casi son costati cari. V nere precise come non mai dall’arco, soprattutto nel primo tempo, fondamentale che messo assieme ai palloni in più che arrivano a Slaughter rendono l’attacco meno leggibile. Va detto che oggi questa Betaland pare la squadra meno attrezzata per il campionato sballottata tra coppa e campionato senza più un’idea di come uscire dalle sabbie mobili. Oggi non abbiamo visto il neo arrivato Campani, ma servirebbe ben altro per cambiare un’inerzia negativa dove nemmeno l’esaltazione di Stojanovic ha dato luce ai compagni.

Umeh per Ale Gentile la novità, Baldi Rossi in quintetto è scelta tecnica al posto del doppio centro straniero, per Di Carlo Ikovlev da subito nonostante qualche voce di partenza imminente per dar spazio ad un esterno. Parte segnando con continuità dall’arco la Virtus, quando trova punti anche al ferro con Slaughter il vantaggio dice +9 e Capo ferma il gioco per trovare energia in un quarto a passo lento. Poco cambia, la Virtus mantiene concentrazione e non cala né davanti né dietro, il divario si dilata fino al +16, limato da un bomba sulla sirena di Stojanovic. Doppiaggio frutto di una bella prestazione offensiva, 67% al tiro e doppiaggio pure a rimbalzo, mentre la difesa morde e lascia un mesto 33% ai padroni di casa.

Stojanovic continua a far bottino, una fortunosa bomba di Alibegovic vale il -8, Ramagli vuole parlarci sopra, con Aradori e Slaughter seduti l’attacco è meno pericolo e prevedibile. Spento Stojanovic e ritornato il quintetto titolare con la sola eccezione di Gentile, la situazione torna quella precedente, dal +7 al +14 in nemmeno 2’ con Aradori martello puntuale. Qualche leggerezza offensiva proprio dell’ex Reggio regala momenti esaltati al solito Stojanovic che mette pure la tripla di tabella alla pausa lunga, per lui un immaginifico 5/5 dall’arco (7/14 di squadra), decisamente migliore del 2/11 che aveva fin qui. Rimangono comunque 10 di vantaggio per una Segafredo issata su di un 8/12 da 3 preziosissimo, pagando qualcosa a rimbalzo dopo una buona partenza.

Ripartenza a bassa intensità, V nere sempre in controllo grazie al tiro dall’arco che regge, dall’altra parte il solito incredibile Stojanovic vede e provvede per tutti lasciando ai suoi la fiammella della speranza. Seduto lui c’è spazio per la nuova fuga Virtus con buone cose davanti e dietro di Gentile per un +13 che allunga il vantaggio di metà frazione dove si è pure ricorsi poco ai falli, V nere ferme a 2.

Un Lawson a bassa intensità ed un antisportivo a Baldi Rossi parrebbero segnali di un primo cedimento, invece le V nere non si smarriscono ricorrendo di nuovo al duo Aradori-Slaughter quando nel frattempo esce Stojanovic per un colpo a terra preso tirandosi addosso Slaughter. Il Kulboka odierno si mangia di tutto, per la Virtus per guidata da Gentile arriva un facile finale vittorioso in una partita condotta 40’ su 40’.
Prossima partita anticipo casalingo con Pesaro, sabato 03/02/2018 ore 20:45 diretta Eurosport Player e Radio Bologna Uno

Betaland Capo d’Orlando-Segafredo Virtus Bologna 69-86
Parziali: 1/4 13-26 (13-26) – 2/4 24-21 (37-47) – 3/4 14-17 (51-64) – 4/4 18-22
Betaland Capo d’Orlando: Carlo Stella n.e., Alibegovic 6, Maynor 4, Ihring 2, Atsur 11, Kulboka 3, Laganà n.e., Delas 7, Campani n.e., Wojciechowski 9, Stojanovic 24, Ikovlev 3. All. Di Carlo.
Segafredo Virtus Bologna: Jurkatamm n.e., Umeh 6, Pajola, Baldi Rossi 7, Ndoja n.e., Lafayette 19, Aradori 21, Gentile S. 12, Berti n.e., Lawson 10, Slaughter 11. All. Ramagli.

Luca Cocchi

About The Author

Related posts