24 maggio, 2018

Virtus, legalità e sport secondo la Fondazione

Virtus, legalità e sport secondo la Fondazione
Photo Credit To Roberto Serra / Iguana Press / Virtus Pallacanestro

Un’iniziativa speciale, fortemente voluta da Fondazione Virtus, con l’intenzione di accendere le coscienze delle generazioni di domani su temi come la legalità, il rispetto delle istituzioni e del prossimo, l’attenzione verso le regole. È questo il significato di “Per non dimenticare”, evento di legalità e sport che andrà in scena sabato 20 febbraio, tra Bologna e Casalecchio.
Il primo atto si consumerà infatti alle 11 del mattino, nell’aula absidale di Santa Lucia, in via dè Chiari. Un luogo caro alla memoria della pallacanestro, perché lì proprio la Virtus ha mosso i suoi primi passi. Sarà il dottor Sergio Lari, Procuratore della Repubblica di Caltanissetta, insieme al dottor Mario Conte, consigliere della Corte d’Appello di Palermo e alla dottoressa Stefania Pellegrini, professore associato di Scienze Giuridiche dell’Università di Bologna, ad incontrare gli studenti delle scuole medie superiori ed universitari, mostrando anche un video che racconta la storia e l’impegno di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Occasione di riflessione e insegnamento sui valori che hanno mosso due grandi uomini, e dovrebbero indicare la strada del nostro vivere civile.
Nel pomeriggio, alle 18, la scena si sposterà alla Unipol Arena, dove si giocherà un triangolare tra Nazionale Basket Magistrati, Vecchie Glorie Virtus e Bologna “Low Stars”.
E’ un’idea”, spiega Pietro Basciano, presidente di Fondazione Virtus, “nata in parte da discorsi fatti con la casa madre Sef, in parte da segnali già dati attraverso la Fondazione, con la volontà di creare eventi legati al territorio. Questa è un’iniziativa che ritengo particolarmente interessante, nella quale coinvolgeremo gli studenti. Con il dottor Lari, profondamente impegnato in queste tematiche, e i suoi colleghi faremo un convegno in Santa Lucia, cercando di avvicinare sempre più la legalità al nostro mondo. Ringrazio il Comune di Bologna e il Magnifico Rettore per averci supportato, Lucia Alberghini per la grande collaborazione che ci ha dato. E naturalmente ringrazio il dottor Sergio Lari, mio conterraneo: per me è un motivo di felicità e onore il fatto di averlo tra di noi, a parlare di uomini come Falcone e Borsellino, esempi che dovremmo sempre tenere nelle nostre menti e nei nostri cuori”.
La Virtus è onorata di partecipare a questo convegno”, aggiunge Daniele Fornaciari, consigliere delegato di Virtus Pallacanestro, “e a questa importante iniziativa. Perché la Virtus ha sempre onorato la legalità, rispettando le regole nella vita come nello sport. Spero che il convegno abbia il rilievo che merita per i temi che affronterà, e che la partita sia una bella occasione di divertimento e sport come lo intendiamo noi, pulito e coinvolgente”.

IL TRIANGOLARE
Le Vecchie Glorie Virtus avranno tra le proprie fila gente che ha fatto la storia bianconera. Tra gli altri, Roberto Brunamonti e Gus Binelli, Claudio Coldebella e Mario Boni, Ricky Morandotti e ancora Ambrassa, Marcheselli, Setti, guidati in panchina da coach Alberto Bucci coadiuvato da Achille Canna, appena entrato nella “Hall of Fame” del nostro basket. Con loro il mitico dottor Roberto Rimondini.
La Nazionale Magistrati sarà rafforzata da Marco Tirel e Marco Solfrini, mentre il Bologna “Low Stars” avrà tra i suoi portacolori Gianluca Pagliuca, Stefano Nosei, Ballo, il dottor Giampaolo Amato, responsabile medico bianconero, rafforzato da Roberto Casoli e guidato dalla panchina da Giordano Consolini e Renato Albonico.
Arbitri saranno Fabio Facchini, Roberto Chiari e Alessandro Terreni, voce della kermesse Gigi Terrieri.

Fonte: www.virtus.it

About The Author

Related posts